"Mika per me è stato come un fratello maggiore" - racconta Violetta, terza classificata a X Factor e unica finalista della squadra della riccioluta pop-star. "Ho lavorato tanto per arrivare fino alla finale. Sono stata fortunata ad avere accanto a me anche Rossana Casale, che in questi mesi è stato il mio angelo custode ed è stata per me come una mamma". E aggiunge: "Mika e Rossana insieme sono esplosivi! Devo ammettere che ogni tanto non capivo la scelta dei brani, ma poi mi sono fidata".

La vittoria strappata da Michele

Fin dalle prime puntate Violetta è stata considerata la favorita alla vittoria, ma nelle ultime puntate qualcosa è cambiato e ad avere la meglio è stato Michele Bravi. "Nonostante dentro non potessimo avere molte informazioni dall'esterno, immaginavo che la nostra squadra fosse favorita, soprattutto grazie alla presenza di Mika. Però sono comunque contenta di essere arrivata fino alla fine e di aver duettato con il grande Marco Mengoni" - dice la giovanissima cantante di Correggio, nascondendo un'inevitabile delusione. Ora però Violetta è pronta per affrontare il mondo della discografia con "Dimmi che non passa", il suo primo Ep che prende il titolo dall'inedito presentato al talent. "Questa canzone mi rappresenta: ha uno stile folk ed è al tempo stesso easy, spensierata. La Musica, d'altra parte, serve per rilassarsi e stare meglio".

Violetta antipatica?

Quando le si chiede se è antipatica come la dipingono lei risponde: "So che è arrivato qualche tweet negativo. Ognuno può dire quello che vuole". E aggiunge: "Probabilmente sarà dovuto al fatto che all'inizio cantavo solo per me, per stare bene. Poi Mika mi ha chiesto di essere meno introspettiva e così mi sono lasciata andare. Sarà per quello che molti credono sia snob".