2

La seconda stagione di The Following si è conclusa con un finale per certi versi inaspettato. Ma d'altronde Kevin Williamson l'autore di questa serie, che sta tenendo con il fiato sospeso tutta l'America, ci ha abituato a ripetuti e brutali colpi di scena. Ne ha fatta di strada questo talentuoso regista, passando da Scream, la saga thriller-horror che lo fece conoscere al grande pubblico, direttamente a Dawson's Creek. Per proseguire poi con diversi film horror ed arrivare al suo recente successo, la saga di "The Vampire Diaries".

La #Serie TV "The Following" la possiamo sicuramente mettere tra le sue "creature" meglio riuscite.

Azione, suspense, patos, attesa, paura, imprevedibilità sono alcuni degli aggettivi con i quali possiamo definire questa serie. La seconda stagione, il cui epilogo è andato in onda su Fox pochi giorni fa, ci ha lasciato con alcune domande alle quali avremo le relative risposte solamente nelle terza serie, già programmata per il prossimo anno.

Joe Carroll è stato finalmente catturato e Ryan Hardy ha deciso di non ucciderlo, scegliendo quindi di "condurlo" ad una morte più sofferta e cruenta nel carcere di massima sicurezza. L'arresto di Joe sembrava il "preludio" alla storia d'amore tra Ryan e la bella Claire, ma lei decide di tagliare completamente i ponti con il passato, lasciando fuori dalla sua vita anche Ryan, per permettergli, secondo lei, di ricostruirsi una vita nuova, serena e soprattutto priva di ricordi brutali.

I migliori video del giorno

Se questa storia sembra arrivata al capolinea, un'altra sembra nascere. L'agente Mike Weston finalmente bacia Max Hardy, la nipote di Ryan. Probabilmente li vedremo ancora insieme nella terza serie, o almeno così lascia prevedere il finale.

Terza serie che lascia presagire che probabilmente il rivale di Ryan sarà Mark, il gemello salvatosi dalla sparatoria con l'FBI. Nell'ultima scena infatti lo si vede nel trascinare il corpo privo di vita di suo fratello Luke, ucciso nella sparatoria da Max, e salire su una macchina nell'oscurità della notte."Mark si rivolge al guidatore dell'auto in questo modo: Scusami ma non sapevo chi altro chiamare", facendo terminare la seconda stagione con un grosso interrogativo.

Probabilmente la prossima stagione sarà l'ultima della serie, o almeno è quello che ha in mente il produttore. Per il momento, infatti, in un'intervista ha ammesso che il finale ancora non è stato scritto. Chi sarà il nuovo "alleato" del gemello Mark, pronto a vendicarsi della morte di suo fratello e di sua mamma? Anche in questo caso il produttore ci dà delle anticipazioni, di certo non ci saranno dei ritorni.

Quindi sono esclusi i "rientri" di Emma e di Lily. Varrà sicuramente la pena attendere la terza serie, che si preannuncia ancora più avvincente e sorprendente, ma secondo il produttore con meno violenza rispetto a quelle precedenti.

Ryan, Claire, Mike, Max, Joe, Mark e magari nuovi volti del "male", come si completerà "l'incastro" che sta tenendo incollati milioni di telespettatori? Di certo la frase di Claire a Ryan, "io sono il tuo passato, Ryan è giusto che tu vada avanti", non è molto "credibile". Ma Kevin Williamson ci ha abituato a tutto, e vuole lasciare allo spettatore piena libertà nell'immaginare e prevedere come andrà a finire. Non resta insomma che attendere, per vedere se le nostre "previsioni saranno state giuste". #Televisione