Gabriella Pession è diventata mamma di un bimbo avuto insieme al compagno, l'attore Richard Flood. Nonostante sia molto riservata in merito alla sua vita privata, la 37enne attrice italo - americana ha voluto comunque rendere pubblica la notizia del lieto evento con un messaggio breve, ma significativo, scritto su facebook. La Pession, infatti, ha salutato il suo primo figlio con un "benvenuto al mondo", definendo il bebè un "angelo italo - irlandese". Dunque, finalmente la bella e talentuosa Pession è riuscita a realizzare il suo grande sogno di diventare madre. L'attrice, fidanzata a lungo col collega Sergio Assisi, ha sofferto molto per la fine di questa storia d'amore, ma per sua fortuna ha trovato il principe azzurro in Richard Flood, anche lui attore, conosciuto sul set di "Crossing Lines", la serie Tv che annovera tra i protagonisti Donald Sutherland. Da allora, i due sono diventati inseparabili e ora sono al culmine della felicità dopo la nascita, avvenuta il 22 luglio, del loro bambino.

Soprattutto Gabriella Pession dev'essere al settimo cielo, poiché spesso aveva dichiarato che uno dei suoi sogni più grandi era quello di poter diventare, un giorno, una mamma. E questo sogno è diventato finalmente realtà, così come si sono avverate le "previsioni" fatte dalla 37enne attrice, quando a "Vanity Fair" confidò che, secondo lei, il padre dei suoi figli sarebbe stato uno straniero. Durante l'intervista per la famosa rivista, infatti, la Pession affermò che gli uomini italiani parlano tanto, ma raramente alle parole collegano i fatti: "Magari ti incantano, ma sono immaturi e incapaci di prendersi un impegno serio".

E allora vedremo se l'attuale compagno straniero di Gabriella Pession, dopo averle fatto trovare l'amore e aver realizzato il suo sogno di diventare madre, sarà capace anche di coronare l'altro grande desiderio della fidanzata attrice, quello di diventare mamma, sì, ma: "di almeno due, tre bambini". Non resta altro che fare tanti auguri alla bella e felice coppia Pession - Flood per il loro primogenito e per i tanti altri bimbi che arriveranno in futuro.