Gli hacker informatici tornano all'attacco. A poche settimane dal primo episodio di diffusione illecita di immagini intime di varie stelle del mondo dello spettacolo, i "pirati" informatici mettono a segno un altro punto, tornando a diffondere sul web diverse fotografie di volti noti del cinema, della musica e dello sport in pose private o nude. La notizia è stata riportata dai media americani: le immagini sarebbero sparite nel volgere di pochi minuti, che sono comunque bastati affinché molti utenti del web potessero vederle. Tra le "vittime" illustri di questo nuovo assalto informatico stavolta ci sarebbero la modella Kim Kardashian, l'attrice Vanessa Hudgens e Hope Solo, celebre campione di football americano. I siti sui quali sono apparse le immagini proibite di queste star sono stati 4Chan e Reddit che poi hanno provveduto a rimuoverle immediatamente, una volta partite le denunce per pubblicazione di contenuti illegali. Per evitare guai con la giustizia, i siti hanno subito diffuso dei comunicati ufficiali in cui hanno affermato di non aver mai infranto la legge. Del resto, le foto erano state diffuse su azione dei cosiddetti "cracker", esperti d'informatica che riescono a superare le protezioni di sicurezza dei siti e delle banche dati.

Nel mirino, come accaduto in occasione del primo episodio che ad agosto portò alla diffusione di foto senza veli di altri Vip come Jennifer Lawrence e Kate Upton, è finito il sistema iCloud, servizio gestito dalla Apple che rappresenta una sorta di grande archivio di contenuti legati alla rete internet, e spesso questi contenuti sono proprio immagini di nudo. L'azienda di Cupertino ha negato qualsiasi responsabilità, sostenendo che non c'è nessun problema all'interno del suo sistema e che gli hacker sarebbero riusciti ad accedere ai contenuti rispondendo correttamente alle domande di sicurezza e procurandosi le parole chiave attraverso la tecnica del phishing, ben conosciuta dai pirati informatici esperti che con questo tipo di attività illegale riescono ad ottenere password e codici d'accesso dei siti internet protetti.

Tra le star colpite questa volta dai cracker, c'è Kim Kardashian, la quale era già stata presa di mira dai pirati dell'informatica. Nel 2007, un video "hot" in cui la modella compariva insieme al fidanzato Ray J finì illegalmente nelle mani degli hacker e fu diffuso su internet. In quell'occasione, però, i responsabili furono identificati e l'imprenditrice e stilista statunitense vinse anche una causa con conseguente risarcimento in suo favore di 5 milioni di dollari.