Parole pesanti quelle pronunciate tramite twitter da Fabrizio Bracconeri che si rivolge al premier Matteo Renzi: "non toccare i disabili" afferma "se no vengo a cercarti e ti scartavetro". E giusto per non lasciare altri dubbi sulla serietà delle sue parole continua dicendo "è una minaccia, se vuoi denunciami". Intenzioni serie quindi trapelano dalle parole di Fabrizio per il quale il tema disabilità è particolarmente caro: egli ha infatti un figlio gravemente autistico.

Lo sfogo su twitter

Pare che Fabrizio Bracconeri stesse guardando in televisione una puntata di Ballarò nel momento in cui ha scritto il tweet velenoso contro il premier Renzi. Seguito subito dopo da un altro nel quale non tesse le lodi neanche del politico Cirino Pomicino che definisce pappone da ben 40 anni.

La depressione di Bracconeri

Poco tempo fa Fabrizio Bracconeri aveva già fatto parlare di sé quando aveva pubblicamente denunciato su twitter di soffrire di depressione da 13 anni ma tiene duro. Gli fu diagnosticata dal medico che per ben 3 anni gli fece prendere il prozac.

Ma quali sarebbero le cause di questa depressione? Forse risiedono in parte proprio nella malattia di uno dei figli che da 10 anni è malato di una forma grave di autismo.

Le cure per il figlio

Per curarlo devono sborsare ben 2.400 euro al mese visto che, come tutti i casi di questo tipo, non ricevono sussidi economici dallo Stato per poter riuscire a fronteggiare meglio la situazione. "Lo stato è assente, le famiglie in Italia devono scegliere se mangiare o curare i figli".

Avrebbe anche affermato che la tendenza delle istituzioni italiane è quella di preferire gli immigrati - che vengono aiutati - alle persone con handicap - che vengono lasciate sole. Pare comunque - e tiriamo un sospiro di sollievo - che Fabrizio Bracconeri abbia trovato una soluzione: si trasferirebbe a Valderice - località siciliana - città nella quale ha scoperto che si trova un Istituto Medico Psico - Pedagogico specializzato nelle cure nei confronti di malati di gravi forme di handicap: non ci resta quindi che fare un grande augurio a Fabrizio.

Volete continuare a essere aggiornati sulle ultime e nuove notizie di cronaca? Cliccate il tasto segui appena sotto al titolo della news.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto