E' stata definita una vera 'bufala spaziale' quella andata in onda giovedì sera dal Teatro Ariston di Sanremo. Una finta diretta con lo spazio, in collegamento dalla navicella spaziale di Samantha Cristoforetti, peccato che si trattava di immagini registrate tre ore prima. La 'finzione' non è passata inosservata al giornalista Paolo Attivissimo che segue con molta professionalità le attività dell'Iss. La bugia è stata abilmente smascherata dal sito 'Il Disinformatico' sul quale è stato dimostrato che il collegamento 'in diretta' in realtà non era altro che una differita, essendo registrato molto prima.

E dire che proprio nella puntata di giovedì, il Festival di Sanremo ha fatto registrare il massimo degli ascolti, con il 50% di share, Carlo Conti ha tradito la fiducia di milioni di telespettatori, incollati al video per gustare una diretta spaziale. Lo scorso sabato, durante la trasmissione di Fabio Fazio, 'Che tempo che fa', era stato allestito un vero collegamento in diretta televisiva con l'astronauta italiana e non con poche difficoltà. Fazio era riuscito a parlare con Samantha che viaggiava a 400 chilometri di distanza dalla terra e ad una velocità pari a 28.800 km/ora. Ieri invece è stata inscenata una finta diretta, interpretando una bugia dalle gambe cortissime, quindi subito smascherata.

Le domande del presentatore di Sanremo, sono sembrate fin troppo scontate, tanto che la nostra astronauta non ha potuto specificare quale punto del pianeta stava sorvolando. L'immagine nel collegamento è risultata fissa e povera di emozioni, forse per non svelare il tarocco che stava andando in onda. Se il collegamento fosse stato realizzato con una vera 'diretta', le emozioni sarebbero state infinite, con inquadrature inedite della navicella e con le immagini esclusive riprese direttamente dalla Cristoforetti. Carlo Conti questa volta l'ha fatta grossa, poteva sicuramente fare di meglio, visto l'enorme ascolto registrato dal Festival, ma evidentemente era più comodo far credere che mezza Italia era collegata in diretta dallo spazio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto