Il 12 giugno Selvaggia Lucarelli posta un commento sul suo stato Facebook nel quale esprime con i soliti modi coloriti il suo dissenso nei confronti della risonanza data dai mass media per il rientro sulla terra di Samantha Cristoforetti: definisce l'appellativo di #AstroSamantha come nomignolo degno di cartomanti di Bari e si schiera dalla parte di chi costruisce case o lavora per mesi lontano da casa e quando ci torna non festeggia con "tutta 'sta melassa spaccac0gli0ni".

Pubblicità
Pubblicità

C'è da chiedersi se questo non sia un modo per far parlare si sè cavalcando l'onda del successo della Cristoforetti, ma in ogni caso questa volta la rete insorge e lei, per tutta risposta, condivide insulti (davvero coloriti) di un tale Tommaso Sangiorgio che ancora su Facebook gliene dice di tutti i colori.

Selvaggia Lucarelli mazziata dal web: AstroSamanta difesa a spada tratta

Una delle risposte più belle e intelligenti comparse in rete (e sono sicura che Umberto Eco a modo suo ne sarebbe fiero) arriva dalla pagina Facebook Italia Unita per la Scienza che risponde ufficialmente - ovviamente in difesa di Samantha Cristoforetti - alla Lucarelli "semmai vorrà leggerci". "Vorremmo raccontarle un attimino due cosette" dice l'admin, chiedendo perdono nel caso apparissero troppo bruschi. E da quel punto in poi via agli elogi verso AstroSamantha per le doti eccezionali che, supportate dalle enormi capacità, le hanno permesso di conseguire risultati che la fanno essere un simbolo di ciò che si raggiunge con estremo impegno. AstroSamanta con ciò che ha fatto ha contribuito a "scardinare lo stereotipo" delle donne che nonostante tutto sono ancora concepite come persone che devono stare a casa a fare gli angeli del focolare, o in tv a fare le veline (leggi oche). Selezionata fra altri 8000, è entrata nella rosa dei 6 astronauti che hanno compiuto questa missione, forse anche perché sa parlare 4 lingue (Russo, inglese, francese e tedesco).

Selvaggia, se la notizia non ti interessa...porta tuo figlio al planetario

La pagina Italia Unita per la scienza continua la sua dissertazione citando numeri interessanti: la scienza è bistrattata, perché il 90% delle notizie riguardano il calciomercato e addirittura la Rai (ricordiamo che è la televisione di Stato...), in un anno dedica il 20% dei servizi allo sport e solo il 2% a scienza grazie agli highlander Piero e Alberto Angela che resistono.


"Selvaggia, se per un giorno uno devi sorbirti una notizia che non ti interessa, per favore, potresti chiudere Facebook, non è un dramma. Approfittane per portare il tuo bambino a un planetario, gli farai un regalo bellissimo!"

e continuano elencando tutto ciò che dobbiamo continuare a sorbirci in televisione tra farfalline argentine, comete e interrogazioni al parlamento sulle scie chimiche.

La chiusura del post poi è veramente degna di nota: l'admin, rivolgendosi ancora a Selvaggia Lucarelli che si lamenta perché il muratore del Nepal non viene altrettanto festeggiato, la esorta in modo diretto a fare qualcosa: "Attivati per far sì che sia anche lui celebrato, senza bisogno di attenzione mediatica flammando sul rientro di un'astronauta!".
Clicca per leggere la news e guarda il video