Erano 648, erano giovani e forti, e sono "morti" già in un colpo solo in 587. Per le audizioni, tenutesi il 2 novembre negli studi Rai di Roma, la commissione artistica di Sanremo Giovani 2016 ha infatti convocato, tra tutte le aspiranti pop star iscrittesi, solo 61.

E oramai è fatta: il Festival di Sanremo atto II di Carlo Conti chiude i giochi e getta nell’arena di un talent show pre-Festival (in onda in diretta tv il 27 novembre su Rai1) i 12 giovani cantanti finalisti che, armati di una cover e di un inedito a testa, si battaglieranno per strappare uno dei 6 pass disponibili per la sezione “Nuove Proposte”.

Pubblicità
Pubblicità

Altri 2 pass saranno invece contesi tra chi si è iscritto al concorso Area Sanremo.

Questa delle “Nuove Proposte” è stata per anni la vera colonna portante del tempio sanremese. Da qui sono venute fuori le supervoci di Mietta, Giorgia e Andrea Bocelli, le personalità rock di Carmen Consoli e Giuliano Sangiorgi, nonché il pop d’esportazione di Laura Pausini, Eros Ramazzotti e Nek.

Negli ultimi anni invece è calato il buio pesto: i riflettori dei talent show hanno eclissato tale categoria, rendendola praticamente invisibile anche quando a cantare sono stati cantautori di indubbia qualità come Diodato, Renzo Rubino e Giovanni Caccamo.

Pubblicità

I nuovi cantanti dalle uova d’oro sono stati posizionati nella categoria “Big” senza passare dal via (citofonare Lorenzo Fragola e Chiara), sollevando un inevitabile polverone di polemiche; questo proprio perché avvolti dal successo fulmineo e spesso fulminante che hanno ereditato dai talent di provenienza.

La prima grande serata di novembre si propone dunque di restituire al Festival della Canzone Italiana – in cartellone dal 9 al 13 febbraio – lo splendore di un tempo e il primato nella produzione di stelle musicali. Il condottiero di tale operazione però ha gettato a mare i cantanti più forti che aveva a bordo, sbagliando clamorosamente rotta. Complice, o forse pienamente colpevole, degli errori irreparabili di una commissione artistica composta da Giovanni Allevi, Federico Russo, Carolina Di Domenico, Andrea Delogu, Rosita Celentano e Piero Chiambretti.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Anticipazioni Tv Festival Sanremo

Cambio di giurati per i casting di Area Sanremo: gli 8 finalisti sono stati decretati ieri, 7 novembre, al Teatro dell'Opera del Casinò di Sanremo da Massimo Cotto (presidente di giuria), Mauro Pagani, Stefano Senardi, Franco Zanetti e Maurizio Caridi. La scelta definitiva dei 2 cantanti ufficiali che a febbraio calcheranno l'ambito palco di Sanremo ora è nelle mani della commissione Rai. Prerogativa, questa, non gradita dal sindaco di Sanremo Alberto Biancheri; così polemizza: «Vorrei capire perché deve essere la Rai a scegliere i due artisti che andranno al Festival.

Abbiamo iniziato un percorso comune e ci piacerebbe poter partecipare a questa scelta». 

I 12 Finalisti di Sanremo Giovani:

Beatrice Visconti - “Paulette”;

Cecile - “N.E.G.R.A”;

Chiara Dello Iacovo - “Introverso”;

Ermal Meta - “Odio le favole”;

Francesco Gabbani - “Amen”;

Francesco Guasti - “Io e te”;

Irama - “Cosa resterà”;

Michael Leonardi - “Rinascerai”;

Rumor - “Il grande salto”;

Siberia - “Gioia”;

Una - “Amare stanca”;

Valeria e Piero Romitelli - “Mai abbastanza”.

Pubblicità

Tra gli esclusi: Gianmarco Dottori, Lavinia Desideri, Madh, Simone Perrone.

Gli 8 Finalisti di Area Sanremo:

Chiara Filomeni, 19 anni (Fermo – Marche);

Inigo, 32 anni (Inigo Giancaspro – Terlizzi – Ba – Puglia);

Mahmood, 23 anni (Alessandro Mahamoud – Milano – Lombardia);

Tita, 28 anni (Cristina Malvestiti – Bergamo – Lombardia);

Miele, 26 anni (Manuela Maria Chiara Paruzzo – Caltanisetta – Sicilia);

Mari di Guai, 29 anni (MariaLuigia Ungaro – Ischia – Na – Campania);

il duo Kalica (Mazzara Del Vallo – Tp – Sicilia);

la band Musicomio (Foggia – Puglia).

Pubblicità

Tra gli esclusi: Dajana, Edea.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto