In una Televisione in cui si parla di cucina a tutte le ore spopolano ormai già da un po' i programmi dedicati alle ricette: dal più celebre Masterchef (che tra poco ricomincerà con la quinta edizione italiana, con la novità dello chef Cannavacciuolo, già protagonista di "Cucine da incubo", in aggiunta ai tre giudici storici Bastianich-Cracco-Barbieri) alle succulente preparazioni culinarie en plein-air del cuoco in salopette Giorgione; dagli spunti moderni e fascinosi di Simone Rugiati al più tradizionale e sempreverde "La prova del cuoco" di Antonella Clerici, fino ad arrivare alle proposte per menu vegetariani-biologici (Vegetale) o adatti a celiaci (Senza glutine, con gusto).

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

Insomma, ce n'è per tutti i gusti e per tutti i palati. Ma i veri golosi, quelli che amano affondare il dito nella panna appena montata o in un barattolo da dieci chili di crema alla nocciola, possono addolcirsi, senza far aumentare troppo il livello di glucosio nel sangue, con due talent show dedicati interamente alla pasticceria: Bake Off Italia e Il grande pasticcere.

Pasticceri amatoriali

Il primo, di ispirazione anglosassone (il format originale è The Great British Bake Off andato in onda sulla BBC), è trasmesso sul canale Realtime ogni venerdì sera ed è già arrivato alla terza edizione. Condotto da Benedetta Parodi, si avvale della professionalità del tedesco Ernst Knam e della giornalista Clelia D'Onofrio. A sfidarsi sono pasticceri amatoriali di ogni età che vengono messi alla prova sia dal punto di vista della creatività, ingrediente fondamentale in cucina, che per le necessarie competenze tecniche. Il tutto ambientato quest'anno nella splendida cornice della settecentesca dimora storica della Villa Annoni di Cuggiono (Milano). Alla fine, chi tra i 16 concorrenti riuscirà a sfuggire a tutte le eliminazioni, tappa obbligata alla fine di ciascuna delle 12 puntate da un'ora l'una, pubblicherà il suo libro di ricette.

I migliori video del giorno

Pasticceri professionisti

È partita invece da poco su Rai due (sono andate in onda le prime due puntate) la seconda edizione de "Il grande pasticcere", una sfida tra giovani pasticceri professionisti ispirata al talent francese "Qui sera le prochain grand patissier?", orfano quest'anno della sua conduttrice Caterina Balivo (volto del primo pomeriggio della rete con il suo "Detto Fatto"). I giudici sono quattro: Luigi Biasetto, Leonardo di Carlo, Roberto Rinaldini e Iginio Massari. Le puntate, della durata di poco più di due ore, sono sei con 10 concorrenti che si affrontano in sfide più simili a quelle di Masterchef (una a tema, una in esterna e una eliminatoria per ogni puntata) e alla fine del percorso uno soltanto riceverà il titolo di grande pasticcere. Prevalente in entrambe la cattiveria e la severità dei giudici. La pasticceria non dovrebbe addolcire anche loro?