E' morta ormai da più di una settimana un'icona della musica conosciuta ed amata in tutto il mondo. Stiamo parlando di Prince, decedutoil 21 aprile 2016. L'artista era stato precedentemente ricoverato per un malore, ma poi si è scoperto che il reale motivo del suo malessere era stato un altro. Alcune fonti ammettono che il cantante non mangiava quasi più e che aveva problemi a dormire. Una novità sconcertante che ha lasciato tutti di stucco. Cosa sarà successo veramente? Ripercorriamoinsieme l'intera situazione.

La morte di un mito della musica

Il 21 aprile 2016, a soli 57 anni, si è spenta un'icona della musica. Il suo corpo senza vita è stato ritrovato a Minneapolis, in Minnesota. Il corpo dell'artista era disteso in uno degli ascensori di Chanhassen, dove si trovano gli studios in cui il cantante registrava. Solo sei giorni fa l'artista era stato ricoverato per una presunta influenza, questo il motivo ufficiale rilasciato da un portavoce. In realtà la star, a quanto dicono le indiscrezioni, è stato ricoverato per un abuso di oppiacei.

Se ne va uno dei geni della musica. Un artista anti-conformista che era da sempre in lotta contro le majior e che per questo ha cambiato nome più volte. Persino Obama, presidente degli USA gli ha reso omaggio con un breve messaggio.

La realtà che si scopre è sconvolgente. Prince aveva l'AIDS. Il cantante, secondo le indiscrezioni, pesava poco più di 40 kg e si preparava alla morte. Sembra strano che un genio della musica come lui non ci sia più.

Ma può darsi che possa sopravvivere ancora a lungo. Non solo per le sue opera immortali, ma per quelle postume, semmai vi saranno. E' stato infatti scoperto nella sua cassaforte un vero e proprio tesoro. Il cantante custodiva gelosamente alcune canzoni, mai pubblicate. Si stima che i brani conservati in cassaforte dal cantante siano più di mille.Sarà la sorella, unica erede, a decidere cosa fare di questi preziosissimi scritti di un altro mito che non tramonterà mai grazie ai suoi meravigliosi successi.

Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!