Amici 2016 ha celebrato la vittoria di Sergio Sylvestre, il corpulento cantante di colore che ha incantato giudici e appassionati del talent per la sua umanità, per l'umiltà, ma anche per la sua voce calda e graffiante che ha stregato tutti. Anche la conduttrice Maria De Filippi ha dovuto ammettere le sue preferenze in sede di pronostico, riconoscendo di essere stata ammaliata dalla storia e dal talento del vincitore di Amici 2016: 'Tifavamo un po' tutti per lui anche perché è lontano dai canoni di bellezza moderni, adesso la mia speranza è che la discografia possa dare spazio al suo grande talento'.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Amici di Maria

In una intervista rilasciata a pochi giorni dal successo di Sergio, la De Filippi ha anche rivelato di apprezzare molto l'ultimo singolo del cantante di colore, 'Big boy' che sta già spopolando nelle hit parade e che impazza nelle radio.

'È un brano fortissimo, autobiografico, che racconta davvero com'è fatto Sergio, con la sua dolcezza e la sua tenerezza'. 

La De Filippi ha anche riconosciuto che in questa edizione la concorrenza tra i due finalisti era meno agguerrita rispetto alla sfida dello scorso anno imperniata sulla rivalità tra i The Kolors e Briga. Complice anche il grande e sincero rapporto di amicizia che lega Elodie a Sergio, i due non si sono dati battaglia anche per la stima reciproca. 'Sergio non faceva altro che elogiare Elodie e la sua bravura, altro che rivalità' ha ammesso la conduttrice di Amici 2016, evidenziando di avere molto apprezzato la lealtà reciproca che ha animato la sfida verso la vittoria in questa edizione.

Morgan sarà confermato tra i giudici anche nel 2017

Maria si è detta anche soddisfatta della nuova formula del talent, secondo lei riuscitissima, con il doppio coach per ogni squadra e per l'inserimento di nuovi giudici come Morgan che hanno contribuito a rendere ancora più interessante la trasmissione.

I migliori video del giorno

È certo che nella prossima edizione il cantante dei Bluvertigo sarà confermato, dopo avere messo in mostra tutta la propria competenza espressa anche attraverso i suoi giudizi acuti e ben argomentati, e mai viziati da faziosità e da preconcetti.