Valerio Scanu non le manda a dire e questo ormai lo sappiamo tutti. Fin dal suo esordio in televisione, nel 2008 ad Amici, dove arrivò secondo dietro ad Alessandra Amoroso, è stato chiaro che il cantante sardo non fosse un tipo con i peli sulla lingua. Anche come concorrente de L'Isola dei famosi e di Tale e Quale Show non è passato inosservato fino ad arrivare alla polemica con Maria De Filippi, rea secondo Valerio Scanu di non averlo aiutato quando ne aveva bisogno, a differenza di altri suoi colleghi di Amici.

Valerio Scanu contro il sistema delle major disografiche

E ora Valerio Scanu, come suo solito, non si nasconde e non sta zitto ma, intervistato dal sito Optimalia, ha spiegato senza mezzi termini perché ha deciso di staccarsi dalle case discografiche e di autoprodurre la sua musica, rischiando anche di perdere tutto. Il pensiero del vincitore del Festival di Sanremo e tanto semplice quanto triste:"Oggi la major si accaparra il talent di turno, lo lancia sul mercato, lo spreme, se vendi bene hai forse la possibilità di pubblicare un secondo album altrimenti avanti il prossimo. Non si creano progetti discografici a lungo termine, si investe il minimo indispensabile perché a “loro” non serve che tu duri nel tempo serve fare cassetto", ha detto Valerio.

Valerio Scanu ringrazia i suoi fan e le radio secondarie

Se Valerio Scanu, quindi, ha preferito allontanarsi dalle case discografiche, pagando anche dei prezzi altissimi, come l'esclusione dal Coca Cola Summer Festival, attualmente in onda su Canale 5, può contare sui suoi numerosissimi fan (che non lo hanno abbandonato anche nei momenti più bui della sua carriera in cui molti lo avevano dato per finito) e sulle radio secondarie (i principali network difficilmente hanno passato durante le rotazioni le sue canzoni) che, come ha spiegato l'artista de La Maddalena: "mi hanno sempre sostenuto e sono fuori da ogni tipo di accordo commerciale e non". Parole molto forti quelle di Valerio Scanu, che anche questa volta riuscirà a far parlare di sé.