Il cinque ottobre è andata in onda la prima puntata della quinta stagione di #arrow. Il ritorno del supereroe della DC era atteso dai tanti fan, speranzosi di poter trovare in The Legacy, il titolo di questa premiere, un riscatto alla serie. Effettivamente la terza e quarta stagione non hanno riscontrato molta popolarità sia tra il pubblico che la critica. In particolar modo era il tono stesso delle vicende che aveva fatto storcere il naso ai più. Con questo inizio di stagione invece le cose sembrano volgere per il meglio.

Un ritorno più oscuro

Una delle caratteristiche che ha affascinato sempre più i fan di Arrow è sicuramente stato il tono più dark della serie TV.

In un certo senso questa riproposizione sul piccolo schermo di Freccia Verde era assai più vicina come assets ad un "The Dark Knight" di Nolan che ad uno Smallville, per intenderci. Fatto sta che le cose con il tempo sono cambiate, dopo una meravigliosa second season la piega presa dal telefilm inneggiava più verso un supereroistico dalle sfumature light. The Legacy invece mette in tavola le carte, scoprendo un ritorno alle origini, la voglia di esplorare il lato più intricato, per certi versi oscuro di Oliver Queen (protagonista interpretato da #Stephen Amell).

Tutto questo porta anche a differenziare lo show da altri presenti nella sua stessa categoria di #Serie TV, come The Flash. Quello che infatti risultava vincente era proprio la presenza nel palinsesto di due telefilm di supereroi differenti: uno dark (Arrow), l'altro light (Flash).

I migliori video del giorno

Non elencherò per evitare spoiler gli avvenimenti di questo episodio, sottolineando come anche dal punto di vista degli eventi le cose sembrino migliorare, con domande e accadimenti che intrattengono lo spettatore per tutto l'arco della puntata.

A conti fatti

Dovendo dare un giudizio a questo inizio stagione, non possiamo che ritenerci soddisfatti. In particolar modo siamo speranzosi che la produzione possa continuare su questi termini, se così fosse avremmo semplicemente un ritorno ai grandi fasti, chissà magari si riesce anche a spodestare la second season dal trono de "La miglior stagione di Arrow".