Lo scherzo "a luci rosse" di #Amici 16, orchestrato ai danni di Emma Marrone e trasmesso poi su canale 5, è divenuto un caso internazionale. Dopo le pesanti contestazioni della presidente del Telefono Rosa che ha giudicato quanto accaduto come "inaccettabile leggerezza", anche la stampa estera è intervenuta sulla questione. In particolare ne hanno parlato le testate giornalistiche più prestigiose che hanno definito la "burla" come qualcosa di "inquietante". La risposa di Maria De Filippi non si è fatta attendere e in un'intervista rilasciata a Il Fatto Quotiano ha espresso il suo punto di vista.

Lo scherzo "a luci rosse"

Durante le prove di una puntata di Amici 16 Emma Marrone è stata la vittima inconsapevole di uno scherzo erotico in cui un ballerino del talent show l'ha palpeggiata più volte toccandola anche nelle parti intime mentre lei stava cercando di eseguire un pezzo. La cantante, "disturbata" dal comportamento troppo focoso del ballerino e non sapendo che si trattasse di uno scherzo, ha mostrato evidente disagio per quello che stava subendo per poi arrabbiarsi con il ragazzo che non smetteva di strusciarsi a lei. La "burla" è stata poi mandata in onda nel corso della quinta puntata del programma di canale 5 ma in molti non hanno gradito lo "spettacolo" perché pare che si sia giocato su un abuso rivolto ad una donna e ciò non si sa se si possa considerare lecito.

La reazione del Telefono Rosa

La prima ad insorgere sulla questione è stata Maria Gabriella Carnieri Moscatelli, la presidente dell'associazione Telefono Rosa che in un post pubblicato su Facebook ha mostrato tutto il suo disappunto. In particolare la presidente ha detto che lo scherzo, che "non fa per niente ridere", va stigmatizzato per via dei messaggi negativi che avrebbe trasmesso ad un pubblico essenzialmente di giovani e rivolgendosi agli autori del programma ha chiesto loro "se si sono mai chiesti cosa voglia dire "normalizzare comportamenti sessualmente espliciti" su una donna non consenziente.

Per concludere la Moscatelli si è rivolta anche alla presentatrice del programma Maria De Filippi, persona da sempre sensibile su questo tema, chiedendole di porgere delle scuse "a chi combatte ogni giorno la violenza" e a tutti coloro che sono rimasti indignati dallo spettacolo a cui hanno assistito.

Gli attacchi della stampa estera

Anche la stampa estera ha espresso il suo giudizio negativo sullo scherzo ad Emma Marrone. Molti prestigiosi quotidiani internazionali come The Sun e The New York Times hanno condannato quella che doveva essere una burla realizzata tanto per ridere ma che poi si è trasformata in un fatto a dir poco di "cattivo gusto".

The Indipendent, uno dei più critici giornali britannici, ha definito "inquietante" la candid camera perché la cantante, vittima inconsapevole, "ha chiesto più volte al complice di fermarsi". Inoltre, secondo la stessa testata giornalistica, la cosa che ha suscitato maggiore indignazione è stato il comportamento di chi produce il programma che ha permesso il proseguimento dello scherzo malgrado l'artista abbia mostrato evidente disagio durante lo stesso.

Il giudizio di Cristiana De Lia, attivista per i diritti delle donne, è stato ancora più aspro perché su thelocal.it ha accusato i mass media di contribuire "ad una cultura pericolosa" in un paese come l'Italia in cui il femminicidio e la violenza sulle donne purtroppo sono diventati all'ordine del giorno.

La risposta della De Filippi

In un'intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano Maria De Filippi ha risposto alle dure accuse che sono state rivolte al programma dichiarando che se quello scherzo è stato interpretato come sostegno ai molestatori allora "significa che si è ribaltato il mondo. Nessuno minimamente pensante avrebbe potuto ritenere una cosa simile".

Le parole della De Filippi sono servite a placare la polemica?

Per scoprirlo non ci resta che attendere ulteriori sviluppi sulla vicenda: se volete rimanere aggiornati potete cliccare il Tasto 'Segui'.

Segui la pagina Amici Di Maria
Segui
Segui la pagina Maria De Filippi
Segui
Segui la pagina Emma Marrone
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!