È morto Paolo Villaggio. L'attore ligure aveva ottantaquattro anni e da alcuni giorni era ricoverato all'ospedale capitolino 'Policlinico Gemelli'. Ci lascia un'artista a trecentosessanta gradi: infatti oltre ad attore, Paolo era anche scrittore, sceneggiatore e doppiatore. Ma il suo nome era collegato ad uno dei personaggi più grotteschi e divertenti del cinema italiano, ovvero il ragioniere ugo fantozzi.

Paolo Villaggio: gli esordi in un teatro di Genova

Un giovanissimo Paolo Villaggio inizia la sua carriera in una compagnia teatrale della sua città, Genova. Negli anni Cinquanta, mentre frequentava l'Università, si esibisce con Mario Baistrocchi e un gruppo di attori emergenti. In quel periodo si cimenta come cabarettista in tantissime piazze della nostra Penisola, e in alcuni locali della Capitale e di Milano.

Grazie alla sua bravura e popolarità viene invitato nel programma 'Il sabato del Villaggio' condotto da Maurizio Costanzo e racconta a tutti gli spettatori le disavventure di un impiegato stravagante. Naturalmente si tratta del mitico Ugo Fantozzi, un personaggio che raggiunge la maggiore popolarità nel 1968 nella trasmissione 'Quelli della Domenica': è il primo show presentato esclusivamente da Villaggio. Successivamente l'artista ligure ha altre esperienze in televisione: accanto al duo 'Cochi e Renato' nello show Domenica senza impegno.

Villaggio non era solo un attore comico

Oltre ai film comici, Paolo recita anche in parti drammatiche: in film diretti dal grande Federico Fellini, Mario Monicelli, Marco Ferreri e tanti altri ancora. Nel lontano 1992, al Premi della Mostra del Cinema di Venezia riceve un grande riconoscimento, ovvero Il Leone d'oro alla carriera.

Il ricordo della figlia Elisabetta Villaggio

Dopo la notizia della morte di Paolo Villaggio sui vari social sono apparsi moltissimi messaggi di cordoglio sia delle persone dello spettacolo che dai fan dell'attore genovese.

Anche la figlia Elisabetta ha voluto rendere omaggio al padre con un commovente messaggio sul suo profilo Facebook. 'Ciao papà ora sei libero di volare'. Proprio la donna in una recente intervista accusa il cinema italiano di averlo messo da parte. Ecco il post su FB.

Per tutte le altre informazioni sulla scomparsa di Paolo Villaggio, ma anche per rimanere sempre aggiornati sul mondo dello spettacolo, cliccate il tasto 'Segui'.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto