Dopo essere stato accusato di molestie sessuali dall'attore Anthony Rapp, Kevin Spacey ha deciso di fare coming out sul suo profilo twitter. La star di House of Cards ha scelto questo social per rispondere alle accuse mosse dall'attore che interpreta Paul Stamets in Star Trek Discovery. In primo luogo chiede scusa, ammettendo anche di non ricordare l'episodio risalente a più di 30 anni fa. Spacey ha ipotizzato che il suo comportamento inappropriato fosse legato ai fumi dell'alcool.

Questa occasione ha poi spinto l'attore americano a raccontare di più sulla sua persona ammettendo di avere avuto rapporti con uomini e con donne.

Poi ammette di aver avuto diversi incontri romantici con uomini durante la sua vita e di aver scelto di vivere da uomo gay.

Kevin Spacey era sempre stato molto riservato riguardo la sua vita privata. In molte interviste era stato incalzato sull'argomento, ma aveva sempre negato arrivando a volte anche a scherzare sulla questione, definendo "bullismo" le domande insistenti di alcuni giornalisti. Nel 2000 aveva negato in una intervista di essere omosessuale nonostante la rivista Esquire avesse insinuato che lo fosse qualche anno prima.

Una carriera piena di parti memorabili e impreziosita da due Premi Oscar

Nato in New Jersey nel 1959 si è poi trasferito a Los Angeles all'età di 4 anni con tutta la sua famiglia. I genitori hanno deciso di iscriverlo al Northridge Military Academy per via del suo carattere turbolento. Kevin Spacey viene presto espulso per aver picchiato, sembra per legittima difesa, un altro studente. Kevin si è quindi iscritto alla Chatsowrth High School, scuola nella quale erano iscritti due suoi futuri colleghi, Val Kilmer e Mare Winningham.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Cinema

Appassionato di boxe e recitazione, Kevin Spacey sceglie su consiglio di Val Kilmer di trasferirsi a New York dove si è iscritto alla famosa Juliard School. Una volta iniziata la sua carriera di attore nel 1991 vince un Tony Award come miglior attore non protagonista nel film nella commedia Lost in Yonkers.

Nel 1996 si è consacrato sul grande schermo grazie all'Oscar come miglior attore non protagonista nel film "I soliti Sospetti". Nel 1999 ha recitato nel cast di The Big Kahuna e nel 2000 ha raggiunto l'apice della sua carriera vincendo l'Oscar come migliore attore protagonista nel film "American Beauty".

Dal 2013 è diventato produttore e protagonista della serie televisiva "House of Cards" nella quale interpreta il ruolo di Frank Underwood.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto