"Per la Rai è un dovere essere ancora una volta al fianco di Libera nella giornata della memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie". Così la presidente della Rai, Monica Maggioni, ha commentato il palinsesto radiotelevisivo organizzato per il 21 marzo, data in cui storicamente l'Associazione di Don Luigi Ciotti ricorda tutti coloro che sono stati uccisi per mano delle organizzazioni malavitose.

L'appuntamento nella giornata di ingresso della Primavera è nella città di Foggia. Il titolo scelto per la XXIII edizione è: Terra, solchi di verità e giustizia. "La città di Foggia è stata scelta a maggio - ha commentato Don Ciotti - cioè prima di quel terribile mese di agosto caratterizzato dai morti ammazzati dalla mafia.

Eravamo andati lì con l'intenzione di testimoniare le cose belle che ci sono".

Le novità nel palinsesto Rai

Rainews seguirà con una diretta la manifestazione in cui il punto più commovente è rappresentato dalla lettura, alle ore 11, dei nomi delle vittime di mafia. Partirà quindi una staffetta sulla televisione di Stato in cui dalla Tgr a tutte le altre reti del servizio pubblico, radio compresa, ci saranno momenti dedicati alla conoscenza del fenomeno criminale tipico dell'Italia e che sempre più si estende anche ai paesi fuori dai nostri confini.

Rai Cultura propone documentazioni storiche ma sempre attuali con la messa in onda alle 19 del programma "Giuseppe Marrazzo, vite contro la mafia", lo speciale della serie "Diario Civile" con alcuni stralci dei reportage di uno dei giornalisti che ha fatto scuola in questo tipo di divulgazione.

A questo programma farà seguito un documentario incentrato proprio sulla Sacra Corona Unita, la quarta mafia, la più recente delle mafie italiane e di cui si parla meno. Il documentario parte dalla fondazione della Sacra Corona Unita, avvenuta nel carcere di Bari, il primo maggio 1983, ad opera di Pino Regoli, e arriva fino all'arresto di Filippo Cerfeda, ultimo storico boss di questa organizzazione.

Sempre in tema di documentari, Rai3 trasmetterà il lavoro di Antonio Bellia, "La Corsa dell'Ora", dedicata agli anni in cui l'Ora, storico quotidiano di Palermo, era diretto da Vittorio Nisticò. Sono gli anni in cui il giornale diventa il perno della lotta alla mentalità mafiosa prima ancora che alla mafia.

Come spiegare la mafia ai ragazzi

Infine, la programmazione speciale della Rai riguarderà anche il canale dedicato ai ragazzi. Il magazine Snap darà spazio alla Giornata ricordando i nomi dei bambini uccisi dalla mafia. Nel pomeriggio, i più piccoli potranno cominciare a fare il loro primo approccio conoscitivo con le persone a cui ispirarsi, grazie al cartone animato dedicato ai giudici Falcone e Borsellino "Giovanni e Paolo e il mistero dei pupi" in onda su Rai Gulp alle 17,30.