Durante il finale della settima stagione de Il Trono di Spade, abbiamo visto Jon Snow ed i suoi amici in missione per catturare un "non morto" e portarlo a Cersei [VIDEO]. Purtroppo la spedizione è costata a Daenerys la perdita di uno dei suoi draghi, che è stato catturato dal Re della Notte, ed utilizzato per aprire un varco nella Barriera.

Tutto questo ha portato gli Estranei, a capo dell'esercito dei non morti, ad oltrepassare l'unico ostacolo che li teneva lontani dai Sette Regni. Il Re della Notte ha ora a sua disposizione un intero continente disseminato di cadaveri. Quindi, è ormai solo questione di tempo ed il suo esercito potrebbe diventare ancora più grande di quello che è attualmente.

Ma, è possibile che esista una probabilità che il leader degli Estranei abbia orchestrato tutti questi eventi?

Il ruolo segreto del Re della Notte per Il Trono di Spade

Secondo una teoria diffusa da alcuni fan, il Re della Notte, sarebbe il misterioso Signore della Luce. Ovvero, colui che manda le visioni ad alcune persone, e che riporta i morti alla vita. Il suo obiettivo sarebbe quello di creare conflitti nei Sette Regni, in modo da poter avere più corpi a disposizione quando giungerà il momento.

Analizzando i recenti eventi de Il Trono di Spade, alla luce di questa teoria, dobbiamo considerare che il Re Folle Aerys II, potrebbe essere impazzito a causa dei sussurri del Signore della Luce. La sua interferenza appare ancora più evidente nei libri, quando Aerys II al processo per singolar tenzone contro Richard Stark sceglie il fuoco come suo campione.

Questo portò alla morte del padre e del fratello maggiore di Lyanna e diede il primo impulso per la Ribellione di Robert [VIDEO], causando decine di migliaia di morti in tutti i Sette Regni

Per quanto riguarda invece la morte di Robert Baratheon e la Guerra dei Cinque Re, è possibile che il cinghiale sia stato in qualche modo "manovrato" per uccidere il re. Poi abbiamo avuto Stannis e la strega Melisandre, che hanno assassinato Renly, mediante l'uso della magia rossa, distruggendo ogni possibilità di porre fine alla guerra. Ed infine, ha inviato Stannis al nord, con il risultato di ulteriore spargimento di sangue e di più morti per l'esercito del Re della Notte.

Lo stesso discorso vale per la resurrezione di Jon Snow. Il Signore della Luce, tramite Melisandre lo ha resuscitato per fagli combattere la "Battaglia dei Bastardi", e portare quindi ulteriori morti alla sua causa. Inoltre sapeva che Jon sarebbe stato l'unico in grado di convincere Daenerys a portare i suoi draghi oltre la Barriera

La Trappola del Re della Notte nell'episodio 7x06 de Il Trono di Spade

Ora analizziamo gli eventi accaduti durante la settima stagione de Il Trono di Spade.

Il Mastino, ha guardato nel fuoco, ed ha visto tra le fiamme la montagna a forma di punta di freccia. Si tratta dello stesso luogo in cui il Re della Notte stava aspettando Jon ed i suoi amici nell'episodio 7x06, "Oltre la Barriera". Come abbiamo visto, stava semplicemente temporeggiando ed aspettando pazientemente che Daenerys arrivasse con i suoi draghi, in modo da poterne uccidere uno, catturarlo, ed avere una potentissima arma che gli ha permesso di aprire un varco nella Barriera.