fabrizio frizzi non smette di far parlare di sé. A più di un mese dalla sua tragica ed improvvisa scomparsa, il popolare ed amatissimo presentatore, volto storico della Rai, infatti, continua ad alimentare il ricordo, ma soprattutto la curiosità del pubblico, che ha accolto con immenso dolore e dispiacere la notizia della sua morte, avvenuta lo scorso 26 marzo in seguito ad un’emorragia cerebrale che non gli ha lasciato scampo. Stavolta, però, Frizzi è tornato protagonista delle cronache soprattutto per una dichiarazione scioccante che avrebbe rilasciato a Tiziana Lupi, giornalista di “Avvenire”, poco prima della sua tragica e prematura fine, vediamo di cosa si tratta.

La confidenza di Fabrizio Frizzi a Tiziana Lupi getta un velo sui suoi rapporti con la Rai e con i colleghi

Fabrizio Frizzi, consapevole di essere gravemente malato, dopo il malore che lo aveva colto lo scorso ottobre mentre era impegnato con le registrazioni e la conduzione de “L’Eredità”, aveva deciso di ritornare in televisione ed aveva continuato a lavorare al suo programma, un modo per continuare a sentirsi vivo, forse un appiglio in più [VIDEO]per combattere la grave malattia che lo aveva colpito e che aveva scelto di non rivelare al suo pubblico, continuando ad elargire i suoi amatissimi e solari sorrisi ogni sera su Rai Uno. Ebbene, proprio a proposito della trasmissione, pare che il conduttore abbia fatto una confidenza alla giornalista di “Avvenire”, Tiziana Lupi, poco prima di morire.

Fabrizio Frizzi temeva di essere fregato da un amico e collega

L’indiscrezione, che sta circolando nelle ultime ore in Rete, infatti, è partita da Dagospia e sta avendo una grande risonanza, dal momento che pare che Fabrizio Frizzi avesse rivelato alla Lupi di temere per il suo posto a “L’Eredità”. Secondo il sito di Roberto D’Agostino, infatti, la stessa giornalista ha raccontato che l’anno scorso il presentatore le aveva confidato che un suo collega stava provando a soffiargli la conduzione dello show di Rai Uno [VIDEO]o di condividerla con lui. Secondo il racconto fornito dalla Lupi, Frizzi era molto arrabbiato, ma non per il programma, quanto per l’atteggiamento di una persona che si professava sua amica. Parole pesanti, dunque, che evidenziano, ancora una volta, quanto i rapporti tra il conduttore e la Rai fossero tesi e complicati, ma che getta soprattutto ombra sui tanti colleghi che, alla notizia della sua morte, si sono mostrati affranti e addolorati. Chi sarà il collega che voleva, invece, fregare Frizzi?