elisa isoardi ha iniziato una nuova settimana tra fornelli di Rai Uno nel programma La prova del cuoco. Il cooking show da quest'anno è rimasto senza Antonella Clerici e ciò ha inciso sugli ascolti che sono più bassi. Infatti, la prima puntata ha registrato uno share del 15.95% mentre venerdì è sceso a 14.1%. Sui social, qualcuno si è lamentato della nuova formula della trasmissione mentre altri hanno affermato di essere troppo affezionati al vecchio cast.

Nonostante tutto, la Isoardi non si è data per vinta e, nella puntata di oggi 17 settembre, ha accolto il noto chef Natale Giunta.

Da quest'anno il suo ruolo sarà quello di giudice e avrà una sua rubrica dove realizzerà alcuni piatti tipici della cucina siciliana. Tra gli ospiti, anche Paola Ferrari, la conduttrice di 90° minuto. Tra le Ricette più interessanti, invece, c'erano le polpette di maiale con fichi caramellati di Beppe Sardi e il cannolo di verdure croccanti su vellutata di caciocavallo di Natale Giunta.

Ricetta delle polpette di maiale con fichi caramellati

La preparazione della prima ricetta è abbastanza facile. In una ciotola, vanno mischiati 250 grammi di macinato di maiale, 1 tuorlo, sale, pepe, timo e un pò di pane grattugiato. Il tutto va lavorato con le mani fino a che non si ottiene un composto compatto e omogeneo.

Dopodiché, con il composto ottenuto, si creano delle palline, si passano nella farina di riso e poi si immergono in una padella contenente 250 cl di olio di arachidi. Una volta dorate, si fanno sgocciolare su carta assorbente.

Intanto, in un'altra padella si sciolgono 50 grammi di burro e si cuociono i 12 fichi bianchi tagliati a fette (senza togliere la buccia).

Si sfumano con circa 50 cl di vino liquoroso e poi si tolgono dalla padella. Infine si procede decorando il piatto: si mettono le polpettine sui fichi e si cospargono con il fondo di cottura ristretto.

Preparazione del cannolo di verdure croccanti su vellutata di caciocavallo

Ecco, invece, la preparazione della seconda ricetta, il cannolo di verdure croccanti su vellutata di caciocavallo.

La prima cosa da fare è bucherellare una melanzana utilizzando una forchetta. Una volta fatto ciò, si immerge la verdura nell'olio caldo e si lascia a cuocere a fiamma medio-bassa. Dopodiché si pela e si toglie la polpa che andrà mescolata alla ricotta e al caciocavallo.

Intanto si incidono altre melanzane più piccole e lunghe e le si privano della polpa. L'interno andrà farcito con il composto di melanzane precedentemente fritte e con il ripieno di ricotta. Poi si passa la verdura in una pastella di birra, acqua e farina e si avvolge il tutto nella pasta kataifi. Infine, si frigge con abbondante olio fino a doratura.

In un altro pentolino, invece, si prepara la vellutata di caciocavallo. Per farlo basterà immergere a bagnomaria la panna con 150 grammi di grattugiato di caciocavallo e zafferano.

In un altro pentolino, si fanno bollire le zeste di arancia con 100 g di acqua e 50 grammi di zucchero, anice stellato e un pò di cannella.

Dopodiché si procede con la decorazione alternando il sugo di pomodoro a quello di ricotta, di panna e di fonduta di caciocavallo. Sopra vanno posizionate le melanzane fritte che andranno a loro volta coperte dalle zeste di arance.

Segui la pagina Ricette
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!