Mia Martini è morta a soli 47 anni in circostanze ancora oggi poco chiare nella sua casa di Cardano al Campo, vicino Varese. Domenica Rita Adriana Berté è il vero nome di un'artista destinata a scrivere la storia della musica italiana. Tormentata, legata alla negatività e al mistero. Mia Martini non ha mai avuto un vero riscatto nel mondo dello spettacolo, quel riscatto che ieri ha voluto darle il film "Io sono Mia" in onda su Rai Uno.

Nei panni della celebrità troviamo l'attrice napoletana Serena Rossi, molto apprezzata sia sul grande che sul piccolo schermo, che recentemente ha portato il ricordo del nome di Mia Martini a Sanremo.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo l'uscita nei cinema la biografia su Mia Martini è arrivata anche in tv. La pellicola di Riccardo Donna racconta sia la vita che la carriera di Mia fino al 1989, l'anno del suo ritorno sul palco di Sanremo con il brano "Almeno tu nell'universo". Dopo un periodo di assenza molto lungo e depressione, generati dall'assurda convinzione che l'artista fosse una "iettatrice".

L'incontro con Mia Martini e l'intervista

Ritornando alla storia di Mia Martini, non tutti sono a conoscenza di un episodio, pubblicato sul Corriere della Sera di Gabriele Bojano, che racconta di un incontro inedito con l'artista avvenuto in un ristorante di Salerno.

Serena Rossi è Mia Martini in Io sono Mia martedì 12 febbraio su RAI 1 - lanouvellevague.it
Serena Rossi è Mia Martini in Io sono Mia martedì 12 febbraio su RAI 1 - lanouvellevague.it

Un incontro che ha contribuito a cambiare il modo di vedere la cantante dal volto tenebroso mostrandola solare e radiosa.

L'intervista pubblicata sul Corriere, parlando della musica leggera italiana, racconta di quel rapporto strano avuto con Roberto Murolo, autore del brano "Cu 'mme". L'artista dichiara di non aver mai ricevuto alcun compenso economico per il brano cantato con Murolo, di essersi esibita sempre gratis ai concerti del cantautore annullando i suoi.

Pubblicità

Mia ribadisce il concetto di non aver mai voluto soldi dagli artisti con i quali si è esibita (e fa il nome di Claudio Baglioni, Fossati e persino della sorella Loredana Bertè). Aggiunge però che le promozioni sono un discorso a parte e che Murolo potrebbe almeno darle una casa, dal momento che è ricco, aiutandola a risolvere un grande problema perché non ha soldi nemmeno per pagare l'affitto.

Chi è Mia Martini? "Non voglio essere un idolo, ma una persona normale!"

L'artista conclude la confessione-intervista svelando di non sentirsi l'idolo che tutti ricercano in lei, che desidererebbe essere una persona normale.

Non ama cantare canzoni romantiche e sentimentali. Si sente una calabrese e come tale ama il sole, i colori della natura e della terra che le scuotono l'animo umano.

Leggi tutto e guarda il video