Tra non molto al Cinema uscirà il film diretto e interpretato da Marco D'amore, L'immortale. Il 5 dicembre è la data ufficiale del suo esordio nelle sale. Dal trailer divulgato sul web è stato facile intuire con sorpresa dei telespettatori, che Ciro Di Marzio è vivo. Questa nuova situazione farà poi molto probabilmente da ponte per la nuova stagione di Gomorra, la serie tratta dall'omonimo capolavoro letterario di Roberto Saviano giunta alla quarta stagione, dove l'immortale potrebbe tornare e in cui è stato il protagonista indiscusso per le prime tre stagioni accanto a Salvatore Esposito.

Ciro Di Marzio potrebbe essere vivo

Il film comincerà proprio dal punto in cui si era conclusa la terza stagione di Gomorra. Si partirà dall'episodio in cui il protagonista trovò la morte per mano del suo amico Gennaro Savastano su una barca nel porto di Napoli durante un summit con Enzo Sangue blu e i suoi uomini. Mentre il suo corpo sprofonderà nelle acque del golfo improvvisamente i telespettatori saranno catapultati indietro nel tempo, nel 1980. Si udiranno le urla della gente spaventate dal terremoto e dalle macerie di un edificio crollato dopo la catastrofe da cui si distinguerà il pianto di un neonato, miracolosamente sopravvissuto: Ciro.

Si partirà così con il racconto della sua infanzia a partire dall'età di dieci anni. A sorpresa e a differenza di come si era conclusa la terza stagione, si vedrà poi il corpo di Di Marzio su una barella con evidenti punti di sutura sul collo e si udirà la voce di un uomo, forse Don Aniello, esclamare che "l'immortale non lo uccide nessuno." Sarà proprio con questa scena iniziale che si capirà che Ciro è vivo e sarà proprio da qui che partirà la narrazione. Lo stesso Don Aniello gli offrirà una nuova vita lontano da Napoli, in Lettonia, dove l'uomo sposterà il suo business criminale e ripartirà con la sua nuova attività.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Serie TV Cinema

La narrazione della sua infanzia e della sua educazione criminale

La narrazione comincerà seguendo due linee: si racconterà dell'infanzia di Ciro, che sarà interpretato dal talentuoso Giuseppe Aiello, e della sua educazione criminale e sentimentale nel corso degli anni 80. Si vedrà un uomo da un lato estremamente violento e dall'altro sensibile e compassionevole. Seguirà poi il racconto della sua nuova vita in Lettonia dove lo ritroveremo alle prese nella gestione del suo nuovo business criminale di Riga a stretto contatto con un importante boss della mafia russa.

Nella scena finale del trailer si vedrà poi il protagonista attraversare delle fiamme senza aver paura, esclamando di non aver timore di morire perché lui è già morto. Anche in questo nuovo prodotto tutto incentrato sulla sua vita, quindi, l'immortale avrà ancora una volta l'occasione di dimostrare tutta la sua determinazione pronto ad affrontare una nuova guerra in un nuovo continente. Il prodotto cinematografico segnerà l'esordio dell'attore casertano come regista, e sarà prodotto da Cattleya, distribuito da Vision Distribution in collaborazione con Sky.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto