La 'Megxit' procede in gran fretta. Il gioco di parole coniato dai tabloid inglesi sulla falsariga della Brexit indica lo strappo di Harry e Meghan dalla Casa Reale inglese. Dopo l'annuncio sconvolgente fatto mercoledì dai duchi di Sussex di rinunciare allo status di membri senior di Casa Windsor per lavorare ed essere indipendenti, sta accadendo tutto molto in fretta. Ieri Meghan è volata in Canada per lasciare il suo consorte innamorato a vedersela con i parenti infuriati per trattare il congedo a metà dalla famiglia reale. Tra le battute in rete, ce n'è una secondo la quale Harry e Meghan starebbero per chiedere il reddito di cittadinanza.

Non rischiano di certo la povertà, ma l'inaspettato 'divorzio' ha scosso Buckingham Palace, spaccato i sudditi e fatto il giro del mondo.

La decisione di rompere con l'etichetta e le opprimenti logiche di corte a favore della libertà sarebbe certo piaciuta a Lady Diana, mamma di Harry e del fratello maggiore William. All'epoca del divorzio da Carlo, Diana rinunciò al titolo di Sua Altezza Reale.

Meghan e Harry: progetti milionari per mantenersi

Meghan è già a Toronto dove, da attrice, aveva girato la serie tv Suits, ed ha trascorso le vacanze natalizie con Harry e il figlio. E proprio nella città canadese era rimasto ad attenderla il piccolo Archie con la tata: segno che c'era già un piano preparato da tempo.

Ora cosa accadrà? La coppia non avrà più l'obbligo di presenziare agli eventi della Corona e potrà risiedere per lunghi periodi in Canada o a Los Angeles dove Meghan è nata e cresciuta e dove vive sua madre. E magari potrà tornare a piacimento al Frogmore Cottage, residenza a circa un chilometro dal castello di Windsor, nella contea inglese del Berkshire, appena rinnovata a spese, anche dei sudditi, per 3 milioni di dollari.

Harry per ora è rimasto a Londra a cercare una soluzione con la nonna, la regina Elisabetta II, e gli altri componenti della famiglia reale. Secondo il Times, in caso di mancato accordo, suo padre Carlo, erede al trono, potrebbe chiudere i rubinetti non versando più la quota di appannaggio reale al figlio e alla moglie: quasi tre milioni di euro all'anno.

Se ciò accadesse, i coniugi non rischierebbero certo l'indigenza con un patrimonio stimato di circa 45 milioni di sterline, tra eredità e fondi fiduciari, quasi 53 milioni di euro con i quali cominciare una vita nuova da 'normale' coppia.

Ma potrebbero guadagnarne molti di più, aguzzando l'ingegno e utilizzando i propri talenti. Operazione in parte già iniziata: i due, infatti, hanno messo on line un nuovo sito, Sussex Royal, preparato evidentemente da mesi, e hanno depositato un proprio marchio. Lei è attrice, stilista, scrittrice, e ha fatto la cuoca per beneficenza. Sono possibili accordi editoriali per un libro sulla vita a Buckingham Palace, e poi pubblicazioni, conferenze, discorsi pubblici.

In cantiere potrebbe esserci anche la creazione di una fondazione, come a suo tempo fecero Barack e Michelle Obama, o i Clinton, di cui i duchi di Sussex sono amici. La coppia potrebbe puntare anche sulla produzione di documentari e podcast da pubblicare su Spotify.

Buckingham Palace, parenti regali feriti e furiosi

La Regina 93enne è ferita e furiosa dopo il 'tradimento' del nipote. E con lei, anche i principi Carlo e William. Dell'accaduto hanno scritto nel Regno tutti: dai tabloid popolari alla Bbc. La decisione dei duchi di Sussex è arrivata come un fulmine a ciel sereno ed è stata un vero smacco per la corona. Non tanto per la volontà di Harry e Meghan di rendersi indipendenti, vivere dove desiderano e senza obblighi di corte.

Ciò che ha sconvolto gli altri componenti della famiglia è stata la decisione unilaterale presa dalla coppia, annunciata in tutta fretta senza concordare una modalità con gli altri.

Alla coppia, sposata dal maggio 2018, Buckingham Palace evidentemente stava stretto: d'ora in poi, vogliono essere liberi di decidere anche cosa e come comunicare mediaticamente senza passare per le imposizioni dei funzionari di Palazzo. Secondo i retroscena raccontati innanzitutto dalla stampa inglese, Harry già prima di Natale aveva esposto al padre il progetto di andare a vivere con la moglie in America. Poi aveva chiesto udienza alla nonna che l'ha rimandato al padre.

Il 6 gennaio è stato convocato un 'consiglio di guerra' per convincere la coppia a prender tempo e realizzare i loro progetti con ponderazione.

E invece, Harry e Meghan hanno fatto di testa loro ed è scattata la cosiddetta 'opzione nucleare'. Una parte dei sudditi li appoggia: negli ultimi due anni, l'attrice e star televisiva americana ha ricevuto attacchi, spesso feroci quanto gratuiti, dalla stampa inglese. Un po' come successe a Lady D, e Harry lo ricorda bene. Poi ci sono le formalità ineccepibili e pignole. Intanto, al museo delle cere di Madame Tussauds a Londra, le statue dei duchi non sono più nella stanza dei reali. Ancora non è stato deciso dove ricollocarle.

Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!