Buona la prima per Amadeus: messe da parte le polemiche che ci sono state nelle settimane precedenti all'inizio del Festival di Sanremo, sono i numeri a dare ragione al conduttore e al suo gruppo di lavoro. La prima serata della 70^ edizione della kermesse canora, infatti, è stata seguita da oltre 10 milioni di spettatori, per una media del 52% di share.

Tra i momenti da ricordare della serata del 4 febbraio, sicuramente l'emozione di Tiziano Ferro, le battute di Fiorello e il monologo di Rula Jebral contro la violenza sulle donne.

Il Sanremo di Amadeus trionfa: share al top alla prima serata

Il cast che Amadeus e gli autori hanno messo su per la 70^ edizione del Festival di Sanremo, ha convinto: la serata con la quale la manifestazione ha debuttato martedì 4 febbraio, ha fatto registrare dei numeri inaspettati e molto alti.

Attorno alle ore 10 di oggi, infatti, tutti i siti d'informazione hanno riportato gli ascolti record che il programma di Rai 1 ha ottenuto la sera precedente, ascolti che hanno superato anche la più rosea aspettativa degli addetti ai lavori (che puntavano a raggiungere uno share del 49% circa, in linea con le edizioni del recente passato).

La serata d'esordio di Sanremo 2020, dunque, è stata seguita da 10 milioni e 58mila spettatori, per uno share del 52,2%.

Queste cifre, paragonate a quelle che il Festival ha ottenuto un anno fa, quando a condurlo era Claudio Baglioni (al suo secondo anno consecutivo nei panni di presentatore e direttore artistico), sono superiori in termini di share, che è quasi 3 punti più alto rispetto al 2019.

I momenti 'top' della serata d'esordio di Sanremo 2020

Il pubblico, dunque, ha premiato Amadeus e il suo Festival sin dalla prima serata, che è stata scandita da vari momenti di spettacolo molto intensi.

La serata è iniziata con l'ingresso al teatro Ariston di Fiorello che, vestito come Don Matteo, ha fatto un breve ma divertente monologo prima di dare spazio al suo amico storico, il padrone di casa.

La diretta è stata abbastanza scorrevole; nella scaletta, infatti, sono stati equamente distribuite le esibizioni dei 12 "Big" in gara e quelle degli ospiti o delle vallette del giorno: oltre allo showman siciliano, infatti, anche Diletta Leotta ha fatto un monologo sulla bellezza, coinvolgendo la nonna 80enne in prima fila.

Rula Jebral, invece, si è resa protagonista di uno dei momenti più emozionanti della prima serata: la giornalista ha parlato delle donne, soprattutto di quelle che subiscono violenza, e l'ha fatto citando sia versi di note canzoni italiane che riflessioni importanti che hanno raccolto la standing ovation del pubblico presente in sala (esattamente come è successo quando Tiziano Ferro ha interpretato "Almeno tu nell'universo" di Mia Martini).

Le Vibrazioni in cima alla classifica dopo la prima serata di Sanremo

Ieri, martedì 4 febbraio, si sono esibiti all'Ariston i primi 12 "Big" in gara: è stata soltanto la Giuria Demoscopia a votare queste performance e a stilare la prima classifica provvisoria di Sanremo 2020.

All'ultimo posto di questa graduatoria, ci sono per ora Bugo e Morgan; sul podio, invece, troviamo Diodato terzo, Elodie seconda e Le Vibrazioni in vetta.

Tra gli artisti che hanno catturato l'attenzione del pubblico, c'è sicuramente Achille Lauro: il cantante, infatti, ha sfoggiato un look alquanto particolare (una tutina glitterata ispirata al San Francesco dipinto da Giotto), che ha scatenato il web.

Tra gli ospiti d'onore della prima serata del Festival, c'erano anche Albano e Romina Power (che hanno cantato i loro successi e un brano inedito) ed Emma Marrone (che ha presentato il film di Muccino "Gli anni più belli" con tutto il cast e poi ha fatto un medley prima di spostarsi sul palco allestito in Piazzo Colombo).

Segui la pagina Anticipazioni Tv
Segui
Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la pagina Festival Sanremo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!