Il terzo episodio di Station 19, in onda giovedì notte in America, ha portato in scena la tragica morte di uno dei personaggi più amati della serie: Ryan Tanner. Nel corso della precedente puntata, il poliziotto era stato infatti vittima di un colpo di arma da fuoco che lo aveva fin da subito mostrato in gravissime condizioni. La 3x03, senza lasciare spazio alla minima speranza, si è quindi aperta con la celebrazione del funerale del ragazzo. La puntata, significativamente intitolata "Elogio", ha quindi portato in scena le conseguenze della grave perdita. Se Pruitt Herrera ha fin da subito dimostrato l'evidente dolore per la morte di quello che ha sempre considerato un figlio adottivo, la reazione di Andy Herrera è stata diametralmente opposta.

Evidentemente provata dalla morte del suo migliore amico, il tenente Herrera - sorprendendo il padre e gli amici - ha deciso di non abbandonarsi alle lacrime e al dolore. Convinta a voler riprendere immediatamente in mano la sua vita, Andy ha quindi chiesto a Robert Sullivan di tornare in servizio. Una scelta controversa e sofferta che non ha comunque impedito alla ragazza di rivivere, tramite il caso del giorno, la tragica morte del suo amico di infanzia.

Nella terza stagione di Station 19 verrà esplorato il lato oscuro di Andy Herrera

Se la prematura scomparsa di Ryan ha quindi stupito i telespettatori, la scelta di Krista Vernoff di porre fine alla storyline del poliziotto sembra avere radici molto più profonde. Come riportato da Entertainment Weekly, infatti, la sceneggiatrice ha subito optato per la dipartita del personaggio interpretato da Alberto Frezza.

Ecco le motivazioni addotte dalla showrunner per giustificare la tragica storyline del poliziotto Tanner:

"Guardando le prime due stagioni del telefilm, ho avuto fin da subito l'impulso di esplorare il lato oscuro di Andy. La parte luminosa del suo personaggio era già stata mostrata, quindi ero interessata a portare in scena i suoi aspetti caratteriali oscuri.

Il mio proposito ha quindi accelerato questo processo. È stato assolutamente traumatico, ma la vita è così: piena di traumi e perdite. Capire come i personaggi che amiamo risorgono dalle loro ceneri è potente. Da una perdita del genere non puoi tornare indietro se non profondamente cambiato".

Alberto Frezza tornerà ad interpretare Ryan Tanner nei prossimi episodi di Station 19

Le motivazioni della morte di Ryan Tanner, secondo Krista Vernoff, sarebbero dunque riconducibili ad una crescita emotiva della protagonista. La scelta di porre fine alla storyline del poliziotto, inoltre, sembra avere radici molto profonde che sono state comunicate all'attore nel momento stesso in cui sono iniziate le riprese della terza stagione di Station 19. Ecco come l'attore ha commentato la tragica fine del suo personaggio:

"Krista Vernoff mi ha informato che la morte di Ryan era ciò di cui lo show aveva bisogno, era ciò di cui aveva bisogno Andy. Sappiamo tutti i sentimenti che legavano Ryan ad Andy e alla fine lui le ha salvato la vita. Questo la mette in una situazione unica.

Avrà infatti a che fare con molti sensi di colpa dopo aver visto morire il suo amico più caro.

Infine, Krista Vernoff ha voluto sottolineare che la possibilità di rivedere Alberto Frezza in Station 19 non sembra essere categoricamente esclusa. Come ha sottolineato la sceneggiatrice ci saranno, infatti, molte possibilità di riportare in scena Ryan grazie all'espediente dei flashback:

"Abbiamo dei flashback in quasi tutti gli episodi di questa stagione e vedremo sicuramente Ryan apparire di nuovo. Adoriamo Alberto e questa è una perdita dolorosa per lo spettacolo, ma è stato molto potente vederlo morire per mano di un bambino di tre anni."

Segui la pagina Serie TV
Segui
Segui la pagina Anticipazioni Tv
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!