Naomi Campbell venerdì prossimo compirà 50 anni: eppure, le lancette del tempo per lei sembrano essersi fermate. La 'Venere nera', ancora molto richiesta dalle più grandi griffe, ha stregato il mondo con la sua bellezza statuaria e l'inconfondibile falcata da pantera esibita nelle sfilate per le più prestigiose case di moda negli anni Novanta.

Ultimamente, a sorpresa, Naomi Campbell è stata 'stregata' dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca, per il piglio comunicativo e la perentorietà dell'amministratore campano nel contrastare il Coronavirus. Diva idolatrata e talvolta temuta per i suoi leggendari scatti d'ira, dovrà festeggiare l'importante ricorrenza da sola, proprio a causa della pandemia.

Naomi Campbell, festa da sola in tuta anti-Covid

Le cronache di tutto il mondo si sono occupate di lei, e continuano a farlo, per i suoi tanti amori, le eccentricità e i capricci, i lussi che la 'nipotina di Mandela', come era stata ribattezzata, si è concessa. Abituata a stare al centro dello star system, sia da icona di bellezza che da paladina delle modelle di colore e dei diritti dei popoli africani, a quanto pare, il prossimo 22 maggio Naomi Campbell dovrà festeggiare il suo mezzo secolo in isolamento. Gli amici avrebbero voluto organizzare per lei un grande party a sorpresa nel lussuoso hotel Myfair di Londra, città dove la Perla Nera è nata nel 1970 in un sobborgo povero, dalla diciottenne Valerie Morris, ballerina di origini giamaicane, senza mai conoscere il padre, e dove tuttora vive.

Una mega festa, con il divieto di assembramenti in corso, è praticamente impensabile.

Naomi sembra essersi abituata alla quarantena e si è ben attrezzata. Sul suo profilo Instagram, dove vanta nove milioni di followers, dismessi abiti d'alta moda, la top model si è mostrata in tuta anti-Covid. Maniaca dell'igiene e ipocondriaca, ossessionata dalla pulizia da sempre, specie quando viaggia in aereo, Naomi nei giorni scorsi ha pubblicato sui social una foto scattata in occasione di un viaggio a bordo di un aereo privato.

Il Covid-19 sembra diventato la sua ultima ossessione. Nello scatto appare interamente bardata come fosse un'operatrice sanitaria: tuta, guanti, mascherina e visiera. Unico tratto di vanità: un trolley griffato. Qualcuno l'ha anche contestata: "Porti via dispositivi di protezione ai medici", le hanno scritto.

Ma le legioni dei suo fan di ogni età e provenienza, l'apprezzano anche così e venerdì la festeggeranno virtualmente.

Naomi Campbell, tra i tanti amori l'attuale amico Briatore

Ha avuto tanti flirt e amori tormentati, ma mai nessun matrimonio e tanto meno un figlio. Tra le sue storie più celebri, quella con l'attore Jean-Claude Van Damme nel 1990, poi con il pugile Mike Tyson nel 1991. Nel 1993, ha avuto una relazione con il bassista degli U2, Adam Clayton, mentre, dal 1998 fino al 2003, con l'allora capo della scuderia di Formula Uno Benetton, Flavio Briatore. Proprio nei giorni scorsi, Briatore ha raccontato romanticamente la 'sua' Naomi.

L'ha celebrata pubblicamente: "Un'altra come lei non esisterà mai", ha rivelato l'imprenditore al settimanale Chi che l'ha intervistato.

Briatore ha rivelato che, contrariamente a come viene descritta in base a certi stereotipi, lontano dai riflettori Naomi Campbell è donna di grande cuore. “Per giudicare una persona e i suoi gesti bisogna prima conoscere la sua storia. Naomi è uscita di casa a 11 anni. A 12, lavorava già con Bob Marley. Ha conosciuto la strada e la vita da affrontare troppo in fretta”. Oggi ha un rapporto di grande amicizia con lei e sa che di qualsiasi cosa avesse bisogno, anche alle 2 di notte, lei ci sarebbe. Gli auguri glieli farà in privato.

Naomi, brillante carriera con qualche inciampo

L'esordio di Naomi avviene nel 1978 nel video musicale Is this love di Bob Marley. Nel 1986 è in copertina su Elle. L'anno successivo, posa per il calendario Pirelli, e sarà così in altre quattro edizioni, mentre nel 1988 è la prima donna di colore a conquistare la cover di Vogue.

La sua consacrazione nel mondo della moda arriva, però, grazie all'intuito dello stilista Gianni Versace quando nella collezione del 1991, in passerella, sulle note di Freedom di George Michael, con Naomi sfilano altre top, Cindy Crawford, Christy Turlington e Linda Evangelista. Le stesse che si sono ritrovate a Milano nel 2017, per rendere omaggio a Versace nel ventennale della sua scomparsa.

Testimonial nelle campagne pubblicitarie di tutte le case di moda più prestigiose, ha posato senza veli per Playboy, e ha anche lavorato nel cinema. Tra ascese e cadute, anche un'esperienza carceraria e la riabilitazione per dipendenza da droga. Il suo patrimonio si aggira sui 60 milioni di dollari. Inserita da People tra le 50 donne più belle del mondo, festeggia il giro di boa con immutata bellezza.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!