A seguito di un dialogo sconcertante avvenuto dopo la terza puntata del Gf vip 5 trasmessa lunedì 21 settembre 2020 su Canale 5, tra i gieffini Adua Del Vesco e Massimiliano Morra, si fanno sempre più insistenti le indiscrezioni secondo cui i due attori sarebbero stati coinvolti in una sorta di "setta" nel periodo in cui collaboravano con la Ares film sul set di fiction Mediaset, come Furore. Nel confronto notturno, i diretti interessati hanno fatto riferimenti a un ambiente lavorativo conosciuto in passato - un'agenzia per la quale lavoravano e di cui si sarebbero sentiti "vittime" - per poi dichiararsi "liberati dal male".

Il dialogo ha dato vita a un nuovo caso mediatico, che nelle ultime ore il web ha battezzato con l'appellativo di "Aresgate".

Gf vip 5, i dettagli del dialogo choc tra Adua e Massimiliano

Nel dialogo post-puntata registratosi al Gf vip 5 nella serata tra lunedì e martedì, i due ex Massimiliano Morra e Adua Del Vesco hanno parlato di istigazioni, tempo sprecato, furto di un Rolex, rapporti orali indesiderati e un suicidio, quello di un certo Teo. Avvenimenti che sarebbero legati a un'agenzia nota a entrambi i giovani. A capo della discussa agenzia ci sarebbe stato un individuo "malvagio", che nel dialogo i due interlocutori nominano "Lucifero".

La morte emersa nel confronto potrebbe rivelarsi quella di Teodosio Losito, produttore di fiction Mediaset di successo realizzate con la Ares Film, casa di produzione che, tra le altre, ha dato alla luce L'onore e il rispetto, Il peccato e la vergogna, Furore.

Tutti dettagli che potrebbero essere tasselli di un puzzle, che a sua volta potrebbe dare vita a un nuovo clamoroso caso mediatico, preannunciato dal web in queste ore con l'hashtag "Aresgate".

In confidenza con l'ex Massimiliano Morra, Adua Del Vesco ha, in particolare, rivelato di essersi sentita vittima del sistema di cui faceva parte solo non appena appresa la notizia del suicidio di un certo Teo, avvenuta a detta dell'attrice il 9 gennaio.

“Io avrei fatto la stessa fine. Lo sai che mi accompagnò all’aeroporto e disse ‘ho bisogno di calore umano’", sono solo alcune delle parole choc che ha rivolto all'ex fiamma e che potrebbero rimandare al suicidio del produttore Teodosio Losito. Quest'ultimo ha collaborato con la Ares film, sul cui set hanno lavorato a più riprese e in qualità di attori Adua e Massimiliano.

Losito, il quale è morto suicida l'8 gennaio 2019, era un fedele collaboratore del fondatore e ormai ex capo della Ares Film, per la quale il Tribunale di Roma ha dichiarato il fallimento il 28 febbraio 2020. "Ci siamo liberati dal male - ha poi proseguito Adua nel dialogo choc avuto con Morra, nella Casa -. Eravamo infelici, tristi depressi, ma come facevamo a stare lì? Io comunque mi sogno anche Teo con il lupetto e poi l’altro che mi abbracciava con il suo sorriso e mi pugnalava nella schiena. Dici che lui è Lucifero? Lo sappiamo...".

Barbara d'Urso rompe il silenzio a Pomeriggio 5

Introducendo al pubblico di Canale 5 il contenuto del dialogo choc che ha visto protagonisti Adua Del Vesco e Massimiliano Morra al Gf vip 5, Barbara D'Urso si è lasciata andare a delle esternazioni piuttosto forti, che avvalorerebbero quanto dichiarato dai due gieffini vip sulla sospetta esistenza di una "setta vip".

“Potrebbero essere stati coinvolti anche altri personaggi molto, ma molto, ma molto famosi. Attenzione. (…) - ha così esordito -. Posso dire che c’è un’altra persona, che non dirò mai, nemmeno sotto tortura, che mi ha raccontato la stessa cosa". Poi, ha concluso così: "Io questa cosa la sapevo, ma da un’altra persona, molto, molto famosa. È una cosa particolare”.

Chissà quindi che, a margine del dialogo raccapricciante dei due ex, non voglia intervenire la produzione del Grande Fratello in una delle prossime puntate del Gf vip 5.

Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la pagina Grande Fratello
Segui
Segui la pagina Barbara D'Urso
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!