Tomaso Trussardi, rampollo della omonima casa di moda italiana e marito della showgirl svizzera Michelle Hunziker, si racconta durante una recente intervista davanti alle telecamere del talk show di Canale 5, Verissimo: in particolar modo si sofferma sulla morte del fratello, avvenuta quasi vent'anni fa, che per lui rimane una ferita impossibile da rimarginarsi.

'La morte di mio fratello è una cicatrice che rimane'

Tomaso Trussardi, durante la sua prima intervista davanti alle telecamere del salotto televisivo di Silvia Toffanin, Verissimo, decide di raccontarsi a cuore aperto, svelando il suo amore per la Michelle Hunziker e per la sua famiglia, ma non solo.

L'imprenditore, infatti, parla anche della prematura morte del fratello Francesco, avvenuta il 26 gennaio 2003 a causa di un drammatico incidente stradale. Pochi anni prima, il 14 aprile 1999, Trussardi perse anche il padre Nicola, sempre a causa di un incidente stradale: l'uomo aveva 56 anni.

L'incidente che ha causato la morte del fratello di Tomaso Trussardi

"La morte di mio fratello, una cicatrice che rimane". Inizia così l'intervista di Tomaso Trussardi in ricordo del fratello scomparso. Francesco Trussardi, primogenito della famiglia leader nel campo della moda italiana nel mondo, si è spento all'età di 29 anni, dopo un incidente avvenuto mentre era a bordo della sua Ferrari: l'uomo, secondo le ricostruzioni, stava rientrando a casa a seguito di una serata trascorsa con gli amici.

"Mio fratello è morto tre anni dopo mio padre. Aveva soltanto 29 anni", racconta Tomaso alla conduttrice di Verissimo. Dalle sue parole traspare il dolore, forse mai superato, per il lutto: Francesco è deceduto all'inizio del 2003, mentre nel 1999 era spirato il papà Nicola.

Forte della positività che contraddistingue il suo carattere, il marito di Michelle Hunziker ed amministratore delegato dell'azienda di famiglia, afferma di aver accettato questa tremenda disgrazia per farne esperienza, nonostante il dolore che sembra impossibile superare: "Queste cose non si superano mai.

Sono cicatrici che rimangono per sempre". Con il padre, stando alle parole dell'imprenditore, aveva un rapporto di forte confidenza, seppur condizionato dal ruolo genitoriale dello stesso: "Mi manca non aver conosciuto la persona, quando se ne è andato avevo solo 15 anni". Del fratello Francesco, invece, racconta il rapporto di amicizia, oltre che di stima reciproca, che stavano imparando a costruire nonostante gli anni di differenza.

Tomaso Trussardi: dopo la morte del fratello, l'arrivo di Michelle

Nonostante l'affermazione di non essersi mai ripreso completamente dal lutto, oggi Tomaso Trussardi può definirsi un uomo felice: la moglie Michelle Hunziker e le loro bambine Sole e Celeste hanno riportato la luce nella sua vita. A condividere gli strascichi di quel dolore, infatti, anni dopo, arriva la donna che lo convince a rimettere in discussione tutta la sua vita chiudendo definitivamente il capitolo del dolore più forte. Poco dopo, come afferma lo stesso Trussardi durante l'intervista, i due convoleranno a nozze mettendo fine, anche per quanto riguarda le esperienze di Michelle, ad un periodo difficile.

"Michelle è arrivata casualmente nella mia vita", racconta l'imprenditore bergamasco, spiegando che con lei si sarebbe creato immediatamente un legame molto profondo, tanto che in pochi anni li avrebbe portati subito alla convivenza, successivamente al matrimonio ed infine all’arrivo delle due figlie.

In conclusione, Tomaso afferma: "Oggi sono un uomo felice”.

Segui la pagina Michelle Hunziker
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!