Il Titanic solcherà di nuovo l'oceano, questa volta con il lieto fine. No, non è in programma un sequel del celebre film di James Cameron bensì il progetto di un magnate australiano.

Il miliardario Clive Palmer deve essere un grande appassionato del transatlantico che nel 1912, durante il suo viaggio inaugurale, naufragò andandosi a scontrare con un iceberg nell'Atlantico del Nord, facendo annegare oltre 1.500 persone sulle 2.200 che erano ospiti della nave che portava dalla cittadina inglese di Southampton a New York.

Il Titanic, nella sua seconda versione, solcherà gli stessi mari della prima. I lavori per la costruzione della faraonica nave inizieranno alla fine del 2013 in Cina, e Palmer ha assicurato che sarà una fedelissima riproduzione dell'originale.

Sarà lungo 270 metri, peserà 6.500 tonnellate e ci saranno tre classi separate, proprio come abbiamo potuto vedere nel film che aveva come protagonisti Leonardo DiCaprio e Kate Winslet. I fortunati che verranno ospitati nella prima classe potranno godersi la visione della celebre scalinata, delle piscine e del bagno turco, tutto esattamente come era nel 1912. Le uniche novità sono il maggior numero di scialuppe, la larghezza più ampia per donare maggiore stabilità e la presenza di un casinò. Finora sono state già 40.000 le persone interessate a rivivere la leggenda del Titanic.

A suo tempo, il Titanic rappresentava il non plus ultra della tecnologia navale ma un errore umano bastò a distruggere la sua perfezione. Palmer, ricorrendo all'ironia, ha già messo le mani avanti dichiarando che, grazie al riscaldamento globale, gli iceberg sono quasi scomparsi.

I migliori video del giorno