Roma blindata, zona Rossa, off limits, tutta la zona di San Pietro, via del Conservatorio, il lungotevere, Borgo Pio, fino a piazza Pio IX sarà zona pedonale, e per la giornata straordinaria di oggi, 19 marzo, anche festa del papà, gli autobus, la metro saranno gratis fino alle 14, e sono previste navette gratuite da Termini, Ostiense, Valle Giulia, Flaminio a San Pietro, per accogliere l'arrivo di circa un milione di fedeli e dei potenti di tutto il mondo, dal vicepresidente americano, Joe Biden, alla Germania della Merkel, a Josè Barroso, presidente della Commissione Europea, dalla Francia, dalla Spagna, alle teste coronate di re e regine.

Oggi Roma incorona Papa Francesco, che inizia il suo pontificato, il Papa che ha portato un'anima alla perduta Chiesa, travolta dagli scandali sulla pedofilia, dalle accuse di riciclaggio, dal regime fiscale diverso da quello del territorio italiano. Una Chiesa troppo glamour, troppo ricca e sfarzosa, troppo materiale, che aveva lasciato nelle solitudine molte pecorelle smarrite.

Ma Papa Francesco, 76 anni, sarà l'anima che trainerà il clero e il mondo fuori dall'inferno, la guida verso il cambiamento, che con il suo messaggio di umiltà, e con la sua grande anima, a pochi giorni dalla sua elezione, ha già raccolto attorno a se e a San Pietro, di nuovo, tutto il mondo, dai pellegrini ai potenti di tutto il mondo.

Papa Francesco non è soltanto il papa buono, il gesuita, il papa nero, la scelta perfetta, ma sarà il nuovo Messia, fatto di spirito e di carne, in perfetta armonia, capace di trasmettere al mondo disperato e depredato, la speranza.

I migliori video del giorno

Forse non riuscirà a portare a termine il lungo percorso di salvezza, per la Chiesa e per il mondo, ma i suoi piccoli grandi gesti, come la rinuncia all'anello d'oro papale, non indossare le scarpe di Prada rosse, viaggiare in pullman con i suoi fedeli, senza l'auto papale, ma a piedi tra la gente che lo ha amato appena si è affacciato da San Pietro pronunciando parole magiche e innamorandosi di tutti noi: " …. mi sono venuti a prendere alla fine del mondo …. Grazie a tutti voi!". Dal rinnego del cardinale accusato di pedofilia, il cancro della Chiesa, alle foto che lo ritraggono inginocchiato a baciare i piedi di bambini malati, a testimonianza di una vita passata tra la gente, nello spirito cristiano, tra la sofferenza, e nell'amore.