Fino a qualche anno fa, quando si parlava di vacanze, raramente uno degli itinerari che ci veniva in mente era la Russia. Da qualche tempo però andare a visitare la Piazza Rossa non è più tanto inimmaginabile.

Ovviamente se ci accingiamo a intraprendere un'avventura nel paese degli Zar, dobbiamo renderci conto che non è proprio come fare un soggiorno a Rimini, quindi vediamo quali sono i passi da compiere per poter ammirare le bellezze della terra di Pasternak.

Se optiamo per una vacanza fai da te, per prima cosa avremo bisogno di un visto. Per cominciare dobbiamo avere un passaporto valido fino a sei mesi oltre la data prevista per il rientro in Italia, cioè se rientriamo in Italia il 10 agosto 2013, il passaporto dovrà avere una scadenza minima all'11 febbraio 2014.

Il passaporto inoltre dovrà avere almeno un paio di pagine libere, infatti, il visto è un grande ologramma che occuperà un'intera pagina del documento e quindi se non abbiamo lo spazio necessario, rischieremmo di dover rimandare il tutto.

Dobbiamo accertarci che nella nostra città di residenza sia presente un consolato Russo, per poter autonomamente fare richiesta del visto ed entrare in possesso del modulo di domanda necessario, che dovrà essere corredato da una fotografia formato tessera. Se dove abitiamo, non esiste un ufficio consolare russo, possiamo rivolgerci a un'agenzia preposta nella richiesta di visti e scaricare il modulo di domanda da internet.

Il passo successivo è la prenotazione del soggiorno in un albergo che ci dia il "supporto visto"; questo documento non è altro che l'attestazione della nostra prenotazione, recante i nostri dati anagrafici e il numero di passaporto, che dovremmo fornire al momento della prenotazione stessa.

I migliori video del giorno

Questa certificazione è rilasciata con il "voucher" dall'albergo scelto. Dobbiamo assicurarci di consegnare il documento originale, perché il consolato accetta una copia, solo se proviene da un operatore turistico russo.

Una cosa importante è l'assicurazione sanitaria, se non ne abbiamo una privata, dobbiamo procurarcela tramite l'albergo stesso dove soggiorneremo, quindi accertiamoci, all'atto della prenotazione alberghiera, che la struttura offra questo servizio, che spesso è a pagamento. Altre opzioni sono la richiesta dell'assicurazione direttamente al consolato o alla nostra compagnia assicurativa, attenendoci scrupolosamente all'elenco delle compagnie accettate in Russia, nella sede del consolato.

Una volta consegnati tutti i documenti al consolato russo, dopo una decina di giorni avremo il nostro visto. Il costo si aggira intorno ai 35 euro, ma se abbiamo più fretta, dobbiamo prepararci a pagarne il doppio.

Passiamo alla prenotazione del volo. Ci sono molte compagnie che, vista la crisi finanziaria dilagante in tutto il pianeta, offrono viaggi aerei low cost, ma dobbiamo sempre ricordare che bisogna assolutamente attenersi alle date presenti nel visto, quando prenotiamo il volo.

Possiamo anche prenotare un'auto a noleggio, ma se decidiamo di muoverci con i mezzi pubblici, che senza dubbio sarebbe la scelta migliore se ci si reca in un paese straniero per la prima volta, è bene prenotare un albergo che abbia nelle vicinanze una stazione della metro.

Se però vogliamo partire per una vacanza in Russia senza pensieri, la cosa migliore da fare è rivolgersi alla cara, vecchia, agenzia di viaggi. #assicurazione viaggio #vacanze estive