Lo sanno tutti, meglio qualche giorno di vacanza ridotta all'osso, che non muoversi per niente da casa. Il mese intero al mare o in montagna resta per tanti solo un ricordo della propria infanzia. Oggi, in un periodo di crisi e instabilità economica, si deve scegliere sempre di più il risparmio.

La tendenza, sottolineata anche dal presidente di Confesercenti Toscana, Massimo Vivoli, è quella che ci si aspettava: "Tra il 10 e il 20 agosto si concentreranno vere e proprie "vacanze lampo". A luglio il crollo delle presenze di turisti italiani si è attestato a -8%, anche se in Toscana c'è stato il previsto sorpasso dei vacanzieri stranieri, attestandosi al 53% delle presenze".

Come si legge su versiliatoday, il calo delle presenze si è fatto maggiormente sentire sulle coste. In Versilia, nonostante le campagne pubblicitarie promozionali, la situazione del turismo balneare è preoccupante, con una ripercussione negativa su tutto il settore del commercio.

La tendenza per ferragosto è invece quella di non allontanarsi molto da casa, visti comunque i tempi ristretti. Restando in Toscana, chi sceglie questa meta, considera maggiormente la tranquillità, il clima, oltre ovviamente ai beni storici ed artistici. Molto apprezzate, oltre alle località di mare, anche i piccoli centri storici della collina del Chianti, dove si apprezzano i piatti tipici della regione.

Tra le località più vicine ai grandi centri urbani, che verrà sicuramente presa d'assalto nei giorni a cavallo di ferragosto, c'è anche il Mar Ligure, che secondo le previsioni di Trivago risulterà la meta più salata durante i giorni di fuoco del ferragosto 2013.

I migliori video del giorno

Sempre secondo il motore di ricerca prezzi, una notte in albergo a Portofino costerà in media 534 euro (dal 15 al 18 agosto), contro le 469 di una notte a Porto Cervo e 467 euro per una camera a Forte dei Marmi.

La città più economica risultata essere Cagliari, con una media di 98 euro a camera per lo stesso periodo di ferragosto. #vacanze estive #Crisi economica