Almeno una notte fuori casa per circa 6 milioni di italiani per il Capodanno 2014 con un incremento del 3% rispetto ai 5,8 milioni del Capodanno 2013. E' questa la previsione di fine anno della Federalberghi che, di conseguenza, sottolinea come purtroppo anche a causa della crisi economica oltre 53 milioni di italiani trascorreranno il Capodanno del 2014 a casa.

Per molte famiglie, infatti, la serata dopo il cenone tra le mura domestiche al più si concluderà nella piazza più vicina a casa per un brindisi, ed eventualmente per assistere a qualche spettacolo o concerto organizzato per l'occasione. Il 76% di chi partirà punterà sulla vacanza di Capodanno 2014 in Italia privilegiando regioni come la Lombardia, il Lazio e la Toscana.

E poi a seguire il Trentino Alto Adige, la Regione Veneto, la Valle d’Aosta, la Sicilia e la Regione Piemonte.

Tra chi parte non mancheranno però coloro che, per necessità o per scelta, risparmieranno comunque sul pernottamento. Quasi quattro su dieci opteranno infatti per la casa di parenti ed amici rispetto all'albergo, scelto dal 28% circa dei vacanzieri, e poi a seguire i Bed and Breakfast e le case di proprietà.

La montagna è la meta preferita in assoluto rispetto alle città d'arte, il mare, le località termali ed i centri benessere. La spesa media pro-capite per le vacanze di Capodanno 2014, in linea con i valori di dodici mesi fa, si attesterà in base alle stime della Federalberghi a 569 euro a fronte, in media, di 3,5 notti passate fuori casa. #Crisi economica