Dopo una settimana di presidi in tutta Italia, è arrivato il momento della tanto discussa convergenza verso Roma: è stata comunicata nelle ultime ore la decisione da parte dei principali esponenti del Movimento dei Forconi, i quali hanno comunicato attraverso il proprio sito data e orario della manifestazione nella Capitale.

L'appuntamento è fissato per mercoledì 18 dicembre 2013, nuova data, dopo quella del 9 dicembre passato, che potrebbe entrare, almeno simbolicamente, nella storia recente dell'Italia. Il comitato che ha coordinato fino a questo momento i vari luoghi di ritrovo in tutto il Paese ha fatto sapere che si è scelto di concentrare la folla in un unico punto, evitando cortei (troppo a rischio di infiltrazioni esterne e di difficile gestione).

Ci si vedrà alle 15 in piazza del Popolo e l'invito è esteso ai cittadini di tutta la Penisola e, come si legge sul sito del 'Coordinamento 9 dicembre 2013', le indicazioni sono le stesse ripetute negli scorsi giorni: 'Dobbiamo esserci, ora o mai più. L'importante è collaborare con le forze di polizia, non creare disagi e disordini e segnalare alle autorità presenti eventuali trasgressori e disturbatori dello spirito dell'iniziativa e dell'ordine pubblico. Sarà una protesta decisa, ma civile'.

Sullo stesso sito si legge anche di non abbandonare i presidi già esistenti: per questo motivo anche oggi, domani e dopodomani, in attesa della manifestazione nell'Urbe, si proseguirà con i blocchi del traffico e le contestazioni in tutta Italia. In questo senso sul sito di Autostrade si segnalano nuovi presidi sulla A1 Milano-Napoli in entrata a Ceprano, sulla A27 Venezia-Belluno a Conegliano Veneto e sull'A28 Portogruaro-Pordenone.

I migliori video del giorno

#sciopero generale