Previsto per il 24 gennaio 2014 lo sciopero nazionale dei trasporti pubblici: la protesta è stata indetta dall'USB Lavoro Privato e avrà una durata di ben 24 ore con orario generale diversificato per ogni città. In ogni caso saranno garantite alcune fasce orarie.

Nuovi disagi in vista, ma sarà possibile prendere visione delle modalità nei rispettivi siti internet delle società di trasporti Atac a Roma, Atm a Milano, Gtt Torino e Ataf a Firenze, in cui il cittadino potrà essere preventivamente informato, oppure è anche possibile chiamare il relativo numero verde.

L'USB Lavoro Privato ha precisato che nell'ultima protesta, limitata a sole 4 ore e con l'esclusione imposta in diverse città, è stata dimostrata una sempre più crescente determinazione della categoria a rispondere alla pesante aggressione della privatizzazione, che vorrebbe portare una diminuzione del servizio per i cittadini e molte penalizzazioni normative e salariali per i lavoratori, mettendo seriamente a rischio anche l'occupazione.

Per il 24 gennaio si prevede quindi una forte partecipazione dei lavoratori, soprattutto nella fascia pomeridiana, ma l'Unione Sindacale di Base ha perfino confermato lo sciopero del 13 gennaio, giorno in cui dovevano verificarsi ben due stop, di cui uno, forse quello più ampio, è stato rimandato al 5 febbraio. Per questa data, solo USB ha infatti confermato lo sciopero ma il servizio dei trasporti pubblici torinesi composto da bus, tram e metropolitana, sarà garantito dalle 6 alle 9 e dalle 12 alle 15, per i mezzi extraurbani e i treni da inizio servizio alle 8 e dalle 14,30 alle 17,30. #sciopero generale