Facendo seguito alle proteste dell'11 novembre e del 6 dicembre del 2013, nel corrente mese di gennaio del 2014 è stato proclamato un nuovo sciopero nel settore del trasporto aereo con particolare riferimento alla compagnia Meridiana.



Tutti i lavoratori del Gruppo, quelli di terra e gli addetti ai voli, si asterranno dal lavoro per 24 ore in data 29 gennaio del 2014. Questo in accordo con lo sciopero che è proclamato dalle sigle Fit Cisl, Filt Cgil e Ugl Trasporti che lamentano il fatto che le problematiche legate alle proteste dei mesi di novembre e di dicembre del 2013 sono rimaste intatte.



Di conseguenza, citando le incertezze che ad oggi gravano sul futuro della compagnia aerea, mercoledì 29 gennaio del 2014 incroceranno le braccia non solo i dipendenti di Meridianafly e di Air Italy, ma anche quelli di Geasar e di Meridiana Maintenance.

Intanto presto un altro sciopero potrebbe riguardare il settore dei trasporti, nello specifico caso quello su gomma. In data odierna, infatti, le sigle Filt, Ugl, Fit, Sla e Uilt hanno proclamato lo stato di agitazione per tutti i dipendenti della società Autostrade per l’Italia.



Questo perché secondo le Organizzazioni sindacali all'aumento dei pedaggi autostradali non corrispondono assunzioni di personale e nuovi investimenti. Ed a fronte del persistere nel breve termine di queste condizioni secondo le sigle Filt, Uglt, Fit, Sla e Uilt si andrà inesorabilmente verso la proclamazione di uno sciopero

#sciopero generale