Tanti sono i luoghi di fascino che si possono visitare navigando spensierati nella laguna veneziana, ma sicuramente tappa fondamentale del vostro viaggio deve essere l'isola di Burano, una bomboniera a colori anche nelle più buie giornate di pioggia e acqua alta. Non appena scenderete dal battello vi accorgerete di visitare un luogo del tutto diverso da quella che è Venezia e gli altri isolotti della laguna.

Burano, grazie alle case dipinte con colori diversi le une dalle altre, trasmette al turista una sensazione di tranquillità e serenità tale da non voler più lasciare la piccola isola, madre dei merletti. Famosa infatti per la lavorazione artigianale dei merletti, girando tra le vie di quest'oasi di tranquillità tra acque e colori vi potrete perdere nei vicoli stretti in compagnia di qualche anziana del luogo dedita alla lavorazione del merletto.

Molti negozi che trattano il prodotto locale sono aperti tutto l'anno e fermarsi a scambiare due parole circa le origini dell'isola con i pochi abitanti del posto è molto interessante e affascinante.

Il cuore del paese è Piazza Baldassare Galuppi nella quale si erge la chiesa di San Martino che con il suo campanile non perfettamente perpendicolare al terreno conferisce all'isola un qualcosa di misterioso ed intrigante da suscitare curiosità. Le case di Burano, durante il Regno d'Italia, diventarono così note e caratteristiche che per cambiare il colore delle stesse gli abitanti dovevano richiedere il permesso al sovrintendente statale.

Caratteristica, mai caotica, sempre ricca di colori e tranquillità, Burano è sicuramente una delle località più affascinanti della laguna veneziana che non può mancare nel programma del vostro viaggio.

I migliori video del giorno

#vacanze estive #Arte