Il 1 maggio 2014 Cagliari diventa ancor più il centro della Sardegna, perché si celebra la Festa di Sant'Efisio giunta alla sua 358^ edizione. Lui fu un guerriero e poi martire capace di salvare l'isola dalla terribile piaga della peste, che in poco tempo decimò la popolazione sarda. Erroneamente si pensa a Sant'Efisio come patrono della Sardegna, mentre invece il protettore è Sant'Antioco. In suo onore quest'anno si festeggerà la 655 ^ sagra.

Sant'Efisio 358^ edizione: alcuni cenni storici - Il Santo nacque sotto l'impero di Diocleziano, come l'imperatore era un acerrimo nemico dei cristiani. La conversione alla nuova religione cattolica avvenne proprio in Sardegna, grazie a una visione celestiale di una croce in cielo, e ascoltando la voce stessa di Gesù Cristo.

Sant'Efisio gettò la spada ribellandosi al volere di Diocleziano, che ne ordinò il martirio il 15 gennaio del 303 d.c nel carcere di Nora. Nel 1652 la prima processione a lui dedicata grazie a un voto della Municipalità di Cagliari.

Il 1 maggio i fedeli e i gruppi folcloristici provenienti da tutta la Sardegna, e un cocchio con dei buoi, accompagnano il Simulacro del Santo lungo il tragitto che conduce alla prigione, dove Efisio fu rinchiuso. Il 4 maggio si replica per tornare a Cagliari nella chiesa di Stampace.

Programma 1 maggio 2014: Sant'Efisio 358^ edizione

  • Ore 11 - Ci sarà la messa solenne presso la chiesa di Sant'Efisio a Cagliari.
  • Ore 12 - Inizio della processione di Sant'Efisio
  • Ore 15 - Arrivo a Giorgino ( villaggio dei pescatori) e sostituzione del cocchio.

2 maggio 2014

  • Ore 8 - Santa Messa e ripartenza da Villa San Pietro
  • Ore 18 - Arrivo a Nora e celebrazioni collaterali

3 maggio 2014

  • Ore 18:30 - Processione e partenza per Pula

4 maggio 2014

  • Ore 8:00 - Partenza da Pula
  • Ore 22:30 - Arrivo a Cagliari