3

Passeggiare intorno alla città dei sassi è quasi un’esperienza catartica, un fascino che conquista fin da subito scendendo giù per i viadotti o percorrendo stradine tortuose che si intersecano fino a mostrarne bellezze naturali e architettoniche di un luogo incantato. Da oggi, iniziano le riprese del film "The story of Mary Magdalene" diretto dal regista Garth Davis, in una produzione tra Italia ed Esteri. Sarà l'attrice Rooney Mara ad interpretare Maria Maddalena mentre Joaquin Phoenix vestirà i panni di Gesù e Chiwetel Ejiofor quelli del discepolo Pietro.   

Matera rappresenta non solo la capitale d’Europa ma un modello da seguire, una costruzione evocativa verso un progresso artistico e la rinascita del  sentimento culturale.

Mentre le città soffrono ormai uno splendore fatiscente fatto di disordine, sporcizia e malessere, i piccoli centri avanzano con stile, proponendosi come delle realtà piacevoli e in continua evoluzione. Lungo le vie si possono incontrare artigiani, artisti e inventori che hanno fatto delle loro botteghe degli spazi d’eccellenza esponendo oggetti handmade, ma è anche possibile incrociare pittoreschi venditori con i loro curiosi mezzi ambulanti.

Diviene quasi un obbligo intrattenersi con alcuni di loro, ascoltarne i racconti, scoprendo un sapere che sopravvive e si tramanda alle generazioni. Una suggestione che conquista il cuore di giorno e l’animo più sottile di notte, soprattutto se visitata in una di quelle serate piovose, dove lo scorrere dell’acqua rende particolarmente scivoloso il manto, ma l’invio ad attraversarlo è tale, che si finisce per essere conquistati dal desiderio di esplorarla.

I migliori video del giorno

Il crocifisso che si scorge sul promontorio rende la vallata particolarmente affascinante e molto cinematografica, non a caso la zona fu scelta da Mel Gibson per la sua Passione e recentemente da Timur Bekmambetov per il remake di Ben Hur. La Basilicata si mostra come una delle regioni più efficienti sul fronte filmico con un attivo di circa cinquanta film girati, un modello organizzativo che stimola produzioni italiane e straniere. Non resta che lasciarsi investire dalla voglia di conoscere questo luogo, di attraversarlo in lungo e in largo, di scoprirne le profondità e gli aspetti più intimi, ritrovando così quell’orgoglio paesaggistico e folkloristico di una nazione che non vuole essere dimenticata.