Chi non ha mai sognato, almeno una volta nella vita, una vacanza nei lidi di lusso? Non tutti sanno però, che ci sono strutture balneari il cui ingresso può arrivare a costare anche mille euro al giorno. Sempre attento alle tasche degli italiani, il Codacons ha stilato una lista delle strutture balneari più care d'Italia e ha riportato, per i comuni mortali in cerca di relax, il listino prezzi-medio, ideale per la stagione estiva 2017. Se anche tu, stanco dopo un anno di lavoro, stai cercando uno stabilimento balneare presso il quale trascorrere la tua vacanza, non ti resta che scoprire quali sono i lidi di lusso in Italia, e quanto dovrebbe costare in media una giornata al mare.

Ecco i lidi di lusso più cari in Italia per Codacons

Nonostante ci sia gente che fatichi ad arrivare alla fine del mese, esistono delle strutture balneari in cui l'ingresso giornaliero può arrivare a costare addirittura quanto uno stipendio mensile o una retribuzione pensionistica. Sicuramente questi non sono lidi aperti a tutti, ma chi sogna una vacanza da favola in stile Vip non può non scegliere uno di questi meravigliosi posti.

Secondo il Codacons, tra i lidi più cari d'Italia ci sarebbe il famoso Twiga di Flavio Briatore sulle spiagge di Marina di Pietrasanta: qui, per una giornata al mare, c'è chi ha speso addirittura mille euro, noleggiando il gazebo presidenziale con tanto di letti marocchini, lettini, tavolo con televisore e play list musicale personalizzata.

I migliori video del giorno

Va comunque specificato che la disponibilità del suddetto gazebo non è aperta a tutti, ma risulta a discrezione della direzione della struttura. Se avete rinunciato al gazebo presidenziale del Twiga per le vostre vacanze nei lidi di lusso, potete comunque ripiegare su altre collocazioni il cui costo scende - anche se si tratta di prezzi alti per i comuni mortali - vertiginosamente: per un arabian gazebo, infatti, il costo è di 400 euro al giorno, mentre per un gazebo classico si può spendere intorno ai 300 euro.

Prezzi da capogiro si registrano anche presso i bagni dell'Hotel Excelsior di Venezia, dove una giornata di relax può arrivare a costare 410 euro, noleggiando una struttura a capanna. Nonostante i costi eccessivi per la maggior parte degli italiani, il Codacons, dopo aver contattato la struttura, ha fatto sapere che i posti disponibili sono quasi tutti esauriti.

Al terzo posto tra gli stabilimenti più cari d'Italia si piazza Porto Cervo dove, per due semplici lettini e un ombrellone presso la spiaggia dell'Hotel Romazzino si possono spendere circa 200 euro a persona.

Continuando nella classifica, il quarto posto se lo aggiudicano il lido l'Eco del mare di Lerici con 300 euro al giorno, e l'Augustus Hotel di Forte dei marmi. Tra le mete più costose, in Puglia, esattamente nel Salento, vi è la nuovissima struttura di Borgo Egnazia, la cui tenda full optional può costare in media 120 euro al giorno.

Quanto costa in media un lido nazional-popolare

Sicuramente le cifre riportate in precedenza possono essere considerate improponibili per una famiglia italiana. Per questo motivo, il Codacons ha comunicato che vi sono strutture attrezzatissime dove, a prezzi più accettabili, è possibile comunque ricevere un servizio eccezionale. Secondo il Sib (Sindacato italiano balneari), infatti, in molti lidi d'Italia il listino prezzi è rimasto lo stesso dell'anno scorso, e sono state riproposte le stesse offerte del 2016. Nonostante i costi possano variare da località a località, in media i prezzi giornalieri sono i seguenti:

  • lettino: da 5 a 13 euro
  • ombrellone: da 4 a 8 euro
  • sedia a sdraio: da 3 a 5 euro
  • solo ingresso e servizi: da 2 a 5 euro
  • cabina con doccia: da 5 a 15 euro

Dunque, un listino medio giornaliero, quello stilato dal Sib, accettabile per tutti coloro che, comuni mortali, hanno da tempo riposto nel cassetto dei propri sogni una vacanza nei lidi di lusso.