#Barcellona, cuore della Catalogna, è, da sempre, una delle mete turistiche più ambite da chi ama viaggiare alla ricerca di suggestivi scorci panoramici ed un ricco patrimonio culturale. Ma cos'è, nell'enorme metropoli, veramente imperdibile? Di seguito, ecco un elenco dei 10 luoghi imperdibili della città!

In giro per Barcellona: i 10 luoghi imperdibili

  • Parc de la Ciutadella - Splendido, immenso ed adatto a "spettatori" di tutte le età, il Parco offre numerose e svariate risorse. Troviamo, per esempio, l'attuale sede del Parlamento di Catalogna; il Castell dels Tres Dragons, realizzato in occasione dell'Esposizione Universale del 1888 e che oggi ospita il Museo Zoologico; un piccolo laghetto, in cui è possibile fare un giro in barca tra vegetazione e splendide anatre. Particolare attenzione merita, nel Parco, la Cascada Monumental, alla cui realizzazione contribuì un giovanissimo Antoni Gaudí.
  • Santa Maria del Mar - Forse poco conosciuta ma considerata da molti la chiesa più bella di Barcellona è Santa Maria del Mar. La chiesa, costruita fra il 1329 e il 1384, è in puro stile gotico catalano. Ciò che lascia senza fiato e che dota l'edificio di una luce quasi mistica sono le numerose vetrate policrome.
  • Font Màgica - Esperienza da non perdere è sicuramente lo spettacolo della Font Màgica, davanti al Palau Nacional (sede del Museu Nacional d'Art de Catalunya). Durante tutte le stagioni, la Piazza che ospita la Font Màgica si affolla di turisti in attesa di un vero e proprio spettacolo che culmina in un tripudio di acqua, musica e luci colorate.
  • Casa Battló e Casa Milà - Com'è noto, la città si caratterizza per la presenza di numerosi edifici realizzati dall'architetto Antoni Gaudí. In particolare, dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco sono Casa Battló e Casa Milà, anche detta "La Pedrera" (cava di pietra), nel quartiere catalano Eixample. Entrambi gli edifici si caratterizzano per un'architettura nuova ed insolita che dimostra l'abile maestria dell'architetto.
  • Palau de la Música Catalana - Realizzato tra il 1905 e il 1908 da Lluis Domènech i Montaner in stile liberty, l'edificio è la sede dell'Orfeó Català, società corale della Catalogna. Ciò che più affascina i turisti sono le numerose colonne mosaicate e, in modo particolare, il particolare lucernario in vetro colorato che, grazie alla luce solare esterna, illumina l'intero auditorium.

  • Catedral - Nel cuore del Barri Gòtic, la Cattedrale di Barcellona merita sicuramente di essere inserita tra i dieci luoghi da sogno della città. La Chiesa, in splendido stile gotico, fu eretta tra i secoli XIII e XV sui resti di altre due chiese preesistenti, una paleocristiana e una romanica. Consigliata è la visita, ad un prezzo accessibile, della chiesa, del chiostro, del coro, del museo e del tetto, dal quale si potrà godere di una diversa prospettiva su uno dei luoghi più noti della città.
  • La Rambla - Lungo oltre un chilometro, La Rambla [VIDEO]è un viale che collega Plaça de Catalunya e il Port Vell. La Rambla è uno dei luoghi più emblematici e affascinanti della città, frequentatissimo dai turisti e dalla gente del luogo a qualsiasi ora del giorno. Nel Viale, infatti, ritroviamo artisti di strada, caffè, negozi di souvenirs, locali notturni e ristoranti tipici, nei quali è possibile fermarsi per gustare una "paella de marisco" o dei golosi "xurros amb xocolata". Lungo La Rambla troviamo uno dei mercati principali della città: La Boqueria, esplosione di vita e di colori, in cui è possibile assaggiare ad un prezzo basso innumerevoli e deliziosi prodotti tipici.
  • Cementiri de Montjuïc - Questo suggerimento potrà subito destare stupore e risultare ambiguo... Perché mai, in una città vivace e ricca di attrazioni come Barcellona, un "semplice" cimitero è considerato uno dei 10 luoghi imperdibili? Semplicissimo: il Cimitero di Montjuïc, ai piedi della montagna omonima, risulta essere come un paradiso di stili architettonici (modernista, realista, neogotico o neoegizio) distante dal caos metropolitano. Qui sono sepolti alcuni importanti esponenti della città, come Joan Miró o Lluis Domènech i Montaner. Nel luogo, per via del silenzio sacro, l'atmosfera è particolarmente suggestiva.
  • Basilica de la Sagrada Família - Ennesimo capolavoro di Antoni Gaudí, la Sagrada Família è il monumento più visitato in Spagna. L'istinto di ogni turista, varcata la soglia della Chiesa, è quello di restare col fiato sospeso e gli occhi sgranati per via della vastità degli spazi e del fascino delle immense e numerose vetrate policrome.
  • Park Güell - Un aggettivo per descrivere il Parco progettato da Antoni Gaudí? Pittoresco. L'architetto, infatti, lasciò libero sfogo alla propria fantasia, realizzando, grazie a variopinte ceramiche e pezzi di vetro utilizzati come tessere di mosaici, case fiabesche, statue di draghi e grotte gigantesche. Il luogo si adatta bene alle esigenze di turisti di tutte le età. Anche i bambini, infatti, in un parco dall'aspetto così fiabesco, sapranno bene come divertirsi!

Chiaramente Barcellona non finisce qui.

Questi sono solo dieci dei luoghi in cui, avendo pochi giorni a disposizione, un turista non può far altro che recarsi. La città, in realtà, offre moltissime altre risorse ed opportunità.Per conoscere davvero bene Barcellona, la sua storia, i suoi segreti, così come accade per altre città, non basterebbe un'intera vita. #Turismo