La pandemia da Covid-19 allenta la sua morsa sull'Europa, ed il turismo, dopo diversi mesi di chiusura, scalpita per ripartire. Il sito di TTG Italia, affermato giornale per gli addetti ai lavori nel turismo, ha fatto il punto sulla situazione e sulle possibili prossime riaperture in alcuni Paesi Europei, nel Nord Africa e negli Stati Uniti.

In Europa, frontiere ancora chiuse in Norvegia

In Italia l'allentamento delle misure di contenimento con conseguente riapertura dei confini al turismo potrebbe essere prevista a partire da mercoledì 3 giugno 2020. Nella "fotografia" scattata da TTG Italia, si nota che la Germania, ad oggi, non ha ancora riaperto alla libera circolazione per turismo.

Il Paese tedesco, tuttavia, consente il rientro per tutti i suoi cittadini che sono all'estero, i quali però devono osservare un periodo di quarantena. Differente la situazione in Francia, la cui frontiera con l'Italia risulta libera da vincoli, anche di quarantena. L'isolamento è invece necessario per chi entra nel Regno Unito, cittadino estero o britannico che sia, la restrizione sarà in vigore dal prossimo 8 giugno. Riguardo i Paesi scandinavi in Norvegia, al momento le frontiere risultano chiuse mentre in Svezia sono ancora fortemente sconsigliati i Viaggi da e per il Paese.

Nelle destinazioni solitamente frequentate dagli amanti del mare la situazione si presenta più tranquilla, al momento.

In Croazia l'allentamento delle misure di contenimento emesse a seguito della pandemia da Covid-19 è avvenuto lo scorso 11 maggio. Tuttavia l'ingresso è consentito solo a chi va nel Paese per motivi lavorativi e per i possessori di case o di imbarcazioni. Mentre in Grecia, al momento, le restrizioni con obbligo di quarantena sono previste sino al 31 maggio.

Spiragli di luce in Spagna, dove l'isolamento per chi entra è previsto almeno fino al 6 giugno, anche se i vettori aerei stanno riprogrammando i voli sia sui principali aeroporti che sulle isole Canarie.

Molta è l'attenzione anche per il Nord Africa, area geografica molto apprezzata dai viaggiatori europei.

In Egitto, si è riaperto al turismo dallo scorso 4 maggio, anche se con una capacità ricettiva del 25%. Dal primo giugno, invece, la capacità di riempimento potrà salire al 50%, anche se ad oggi non è stata comunicata alcuna data di riapertura al turismo internazionale. In Tunisia, al momento è ancora previsto il periodo di quarantena ed il coprifuoco notturno. Piccoli segnali di riapertura si registrano per gli Stati Uniti. Da giugno dovrebbero allentarsi le misure contenitive, tanto che Alitalia a partire dal 2 giugno ha ripristinato il collegamento Roma-New York.

Segui la pagina Viaggi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!