Con l'arrivo dell'estate e la fine del lockdown, l'immaginazione si accende su nuove destinazioni turistiche da esplorare e in cui ricaricare le energie circondati dal mare e dalla natura. Gli amanti del sole, delle acque cristalline e tiepide tutto l'anno, delle sabbie bianche e dei tropici, non possono perdere l'occasione di visitare Itacaré, città d'elezione di surfisti di tutto il mondo per la sua bellezza selvatica, chilometri di spiagge pulite incorniciate da palme da cocco, cascate incantate e foreste misteriose. Situata nella famosa Costa del Cacao, nello stato di Bahia, nel nord-est del Brasile, Itacaré può essere descritta come una cittadina di pescatori e coltivatori di cacao, ma è conosciuta anche come destinazione mondiale di ecoturismo, turismo di avventura e sportivo (è già stata sede del campionato mondiale di surf).

Svegliarsi vedendo il sole levarsi sull'orizzonte dell'oceano mentre si beve acqua di cocco e si mangia una tapioca (una specie di piadina tropicale), fare un'escursione in barca in alto mare dove avvistare balene e delfini, vedere un esercito di tartarughine che escono dalle uova e si avviano verso il loro destino, ma anche fare una siesta sotto una palma e godersi le spiagge al profumo di cene ai frutti di mare al chiaro di luna: tutti questi sono solo alcuni dei ricordi indimenticabili che questo angolo di Brasile può offrire.

Come arrivare a Itacaré e dove alloggiare

Per arrivare a destinazione, è necessario prendere un volo per Salvador, la capitale dello stato di Bahia, e da lì un volo interno per Ilhéus, che si trova a un'ora e mezza di distanza da Itacaré.

Arrivati all'aeroporto di Ilhéus, prendere una macchina in affitto è semplice dovuto ai vari noleggio presenti appena fuori l'aeroporto. Oppure potete recarvi a destinazione in taxi. In alternativa, per chi volesse viaggiare con un budget ancora più economico, potete arrivare in taxi alla piccola rodoviária, ovvero la stazione di Ilhéus e partire con un servizio efficiente di pullman (ônibus) diretto a Itacaré.

La rete di hotel di Itacaré non privilegia il turismo di massa ed è variegata, accontentando dai gusti più semplici ai più raffinati e ogni budget. In bassa stagione, che in Brasile corrisponde ai nostri mesi estivi, i prezzi sono più economici ed è possibile organizzarsi meglio nella prenotazione dell'alloggio.

Ci sono molti pousadas, hotel, appartamenti per vacanze e resort di lusso, fra cui ricordiamo il Txai Resorts, 4 stelle, che ha ospitato personaggi noti come Zucchero e Paul McCartney.

Cosa vedere e cosa mangiare a Itacaré

Itacaré è molto piccola e permette di spostarsi facilmente a piedi dalla rodoviaria (minuscola e con servizi molto basici) al centro che praticamente si riassume nella via "rua da Pituba" e le spiagge della città (praias da cidade). Tra le più importanti ci sono Concha, Tiririca e Coroinha. Per chi ama avventurarsi in spiagge deserte, si consiglia la contrattazione di un'escursione (il punto di prenotazione delle escursioni si trova nel cuore di Itacaré) per conoscere Itacarezinho e Jeribucaçu.

Le escursioni permetteranno di conoscere la baia di Camamu, le cascate e vari percorsi in mezzo alla Foresta Atlantica.

Riguardo alla gastronomia fra i piatti locali ci sono la moqueca di pesce, una zuppa di pesce tipica, ma anche i crostacei al latte di cocco, i dolci di aipim, una radice conosciuta da sempre dalle popolazioni indigene autoctone, e i dolci di banana nanica e di mais.

Segui la pagina Viaggi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!