Il 17 luglio 2015, il corpo di Jeffrey Alan Lash in decomposizione, fu trovato nel baule di un’auto nei pressi della sua abitazione di Pacific Palisades, California. Il caso ebbe risonanza mondiale, soprattutto per le incredibili dichiarazioni fatte da Catherine Nebron, fidanzata di Lash, secondo la quale il suo defunto compagno era un ibrido alieno che lavorava per i servizi segreti degli Stati Uniti. La polizia fu allertata dall’avvocato delle celebrità, Harland Braun, che vanta tra i suoi clienti gli attori Robert Blake e Steven Seagal. Braun avrebbe raccontato alle autorità che Lash era un membro della CIA, e sarebbe morto a causa di un gas velenoso.

Pubblicità
Pubblicità

Nella casa dell’uomo fu trovato un arsenale di armi per il valore di 5 milioni di dollari, denaro in contanti e varie auto modificate. A dare queste informazioni a Braun fu proprio la sua cliente e fidanzata di Lash, Catherine, che vide l’uomo con difficoltà respiratorie morire davanti ai suoi occhi in un parcheggio di un supermercato di Santa Monica. Altra testimone del triste evento fu Dawn VadBunker, amica della Nebron. Le autorità non furono avvisate perché, stando al racconto delle testimoni, Lash avrebbe dato chiare istruzioni prima di morire, ossia di lasciare il corpo nell’auto; i servizi segreti si sarebbero occupati di farlo sparire, insieme all’arsenale di armi, cosa che però non avvenne.

Il coinvolgimento con i servizi segreti

"Le persone con cui stava lavorando avrebbero capito, una volta trovato il corpo, cosa stesse accadendo, e lo avrebbero fatto sparire.

Pubblicità

Catherine crede ancora fermamente che lavorava per una qualche agenzia segreta", ha dichiarato Braun al tabloid People. La denuncia della sua morte ha aperto le porte alla sua vita segreta, che la polizia non riesce ancora a spiegare. Anche i vicini di casa hanno dichiarato che Lash, conosciuto come Bob Smith, aveva più volte affermato di lavorare per un ente governativo, e storie simili sono state raccontate anche dai vicini della vecchia residenza dell’uomo.

L’amministratore dell’abitazione di Lash ha raccontato al Post che vestiva sempre di nero ed aveva comportamenti paranoici. Stando alle testimonianze, raccontava spesso audaci storie di missioni segrete e che era sul nostro pianeta per salvarlo. Dopo la sua morte, Catherine e la sua amica Down VadBunker, viaggiarono in Oregon per riprendersi dallo shock, e al contrario della Nebron, Down non fece mai ritorno in California. La famiglia ricevette solo una misteriosa lettera da parte sua, in cui diceva che non l’avrebbero mai più rivista.

Pubblicità

Chi era Jeffrey Alan Lash?

Fino ad ora, la polizia ha trovato davvero poche informazioni sull’uomo. Nato il 3 dicembre del 1954, figlio di un’insegnante e un microbiologo, si è laureto alla High School Westchester di Los Angeles nel 1972, per poi iscriversi successivamente alla University of California, che abbandonò però nel 1980. Probabilmente, l’uomo è stato coinvolto in operazioni classificate, usando identità false. Suo padre, Joseph Lash, collaborò con il dottor Elmer Belt, che ha aperto la strada alle operazioni per il cambio di sesso.

La polizia non ha nessuna pista, per ora, per spiegare le armi e i 230.000 dollari in contanti trovati nella sua casa. Non aveva nessun reddito e non era coinvolto nel narcotraffico. Si ipotizza che fosse un collezionista, anche se il valore delle armi sembra eccessivamente alto per un uomo nullatenente. Catherine Nebron ha raccontato di aver ascoltato più volte delle telefonare con l’ex direttore della CIA David Petraeus. Inoltre, tutte le relazioni sentimentali di Lash, con Jocelyn, Michelle Lyons ed infine Catherine Nebron avevano una cosa in comune: tutte e tre le donne mantenevano l’uomo economicamente. La sua morte continua ad essere poco chiara e le indagini della polizia di Los Angeles sono ancora in corso per tentare di capire non solo come sia morto il presunto ibrido alieno, ma anche per far luce sulla sua enigmatica e misteriosa vita. Chi era veramente Jeffrey Alan Lash? #cronaca nera