Pubblica Amministrazione: nel diritto la definizione assimila l'insieme di enti che cooperano nello svolgimento delle funzioni dell'amministrazione degli stati nei rami di propria competenza.

In Italia è conosciuta anche con l'acronimo PA. Nel sistema giuridico italiano, così come del resto in ogni nazione, con la definizione Pubblica Amministrazione viene praticamente indicato il complesso di enti locali e pubbliche amministrazioni che, ai sensi delle normativa vigente in materia, espletano le funzioni amministrative e burocratiche della Repubblica Italiana.

In virtù del decreto legislativo numero 165 del 30 marzo del 2001, vengono considerate facenti parte della PA tutte le amministrazioni statali, tutti i ministeri e le loro rispettive articolazioni territoriali, scuole e università; enti di ricerca pubblici; comuni, province e regioni; le aziende autonome ad ordinamento statale; le camere di commercio e le associate; gli enti statali non economici di ogni livello; le aziende sanitarie pubbliche e anche le aziende municipalizzate.

In Italia ad occuparsi dell'organizzazione della PA è il Ministero della Semplificazione e della Pubblica amministrazione - detto anche ministero della Funzione Pubblica - attualmente diretto dal ministro Marianna Madia, del Partito Democratico. Nel tentativo di snellire l'apparato burocratico dello Stato che sempre più spesso - a causa di articolazioni complesse e procedimenti farraginosi - rende più difficile la vita dei cittadini e delle imprese e nello stesso tempo introdurre nuovi elementi di digitalizzazione nell'era di internet e della multimedialità, il Governo presieduto dal presidente del Consiglio Matteo Renzi ha avviato il percorso di riforma della Pubblica amministrazione. Attualmente il ministero della Semplificazione e PA è costituito dal Dipartimento della Funzione pubblica e dall'Unità semplificazione. E' possibile trovare tutte le altre informazioni necessarie sul sito web istituzionale all'indirizzo www.funzionepubblica.gov.it.