Da giovedì un intenso peggioramento darà il via ad una fase tipicamente invernale, dunque l'autunno che sembrava non avere fine, sta per concludersi, dando spazio all'aria fredda proveniente dal Nord Europa.

Da domani 23 gennaio, inizierà la nuova fase costituita prevalentemente da pioggia al centro sud e di neve al nord, soprattutto sulle Alpi, dove la neve cadrà anche al di sotto dei 1000 metri di quota. Le piogge saranno accompagnate da forti venti (raffiche che raggiungeranno anche i 100 km/h) e da fredde correnti che porteranno le temperature ai valori tipici del periodo.

Ma la giornata critica, sarà venerdì 24, quando arriverà il freddo artico, il primo della stagione. Ed insieme al freddo glaciale, ci saranno forte perturbazioni su tutto il Paese, creando così non pochi disagi.

La neve scenderà fino ai 300 metri al nord, prevedendo così nevicate anche a Bologna.

Nel fine settimana è previsto un miglioramento del tempo ma non delle temperature, che non l'avvicinarsi di febbraio, scenderanno sempre più, raggiungendo anche picchi di -7, come ad Aosta o Trento.

Ma l'Italia non è e non sarà l'unica a patire il freddo, ci sono Paesi che stanno molto peggio, come nella gelida Russia, dove si sono raggiunte temperature di -18, ma anche la Germania o la vicina Svizzera.

Le temperature previste per giovedì 23 gennaio:

Torino: 2° - 8°

Milano: 5° - 8°

Trento: 0° - 6

Aosta: -2° - 5° 

Venezia: 6° - 10° 

Genova: 8° - 11°

Bologna: 2° - 8°

Firenze: 3° - 9°

Roma: 5° - 11°

Napoli: 7° - 13°

 Bari: 5° - 14°

Palermo: 10° - 17°