Un aeroporto che funziona grazie all'utilizzo dell'energia solare. Siamo in India, nello Stato del Kerala, dove grazie all'installazione di circa 40.000 pannelli fotovoltaici, lo scalo internazionale del "Cochin International Airport" potrà funzionare regolarmente senza danneggiare l'ambiente. Una splendida iniziativa, da parte della struttura indiana, che assume importanza ancora maggiore se consideriamo che non siamo di fronte ad un piccolo scalo, ma al quarto aeroporto, in termini di grandezza, di tutta la penisola indiana. Il progetto, di cui le istituzioni indiane vanno orgogliose, è già partito e darà anche la possibilità, ai cittadini indiani, di usufruire di energia elettrica derivante dai pannelli fotovoltaici impiantati lungo i circa 18 ettari di estensione dello scalo internazionale.

L'aeroporto "green" fornirà energia pulita anche ai cittadini

Il progetto sostenibile è partito già nel 2013, quando sui tetti degli edifici del Cochin International Airport vennero installati i primi pannelli ad energia solare. Nell'arco di questi due anni, il lavoro è proseguito con la realizzazione di un imponente impianto che darà, allo scalo internazionale indiano, la possibilità di funzionare facendo affidamento sull'elettricità proveniente esclusivamente dall'energia solare. L'impianto, nel suo complesso, è di 12 MW e riuscirà ad erogare i 48mila kWh al giorno necessari per consentire all'aeroporto di svolgere tutte le sue attività senza alcun tipo di problema e, soprattutto, senza inquinare l'Ambiente.

Ma non finisce qui, perché, come dichiarato da V.J. Kurian Ias, direttore del quarto scalo internazionale della penisola indiana, siccome l'impianto produce una quantità maggiore di energia rispetto a quanta ne viene consumata, ci sarà la possibilità di trasferire elettricità prodotta dal fotovoltaico anche alla cittadinanza.

L'energia in eccedenza, nel corso della giornata, verrà girata alla rete, per poi tornare appannaggio dell'aeroporto durante la notte, quando la produzione è intorno allo zero. Grazie a questo imponente progetto sostenibile, non solo l'India diventa il primo Paese al mondo a dotarsi di una struttura aeroportuale completamente alimentata da energia solare, ma darà la possibilità, a circa 10mila famiglie, di utilizzare energia elettrica "pulita", contribuendo alla lotta all'inquinamento e ai cambiamenti climatici. Questa iniziativa si inserisce in un'ampia strategia perseguita dallo Stato indiano di sviluppo dell'energia rinnovabile, per arrivare così, entro i prossimi 25 anni, ad installare impianti fotovoltaici della potenza di 100 gigawatt. Un bell'esempio per il resto del mondo, che dimostra l'esistenza di progetti utili al benessere del nostro pianeta e alla tutela dell'ambiente.