Da mercoledìl'anticiclone africanoestenderà le sue propaggini verso l'Europa Occidentale, accanendosi su Spagna e Francia ma toccando, anche se in misura minore, le nostre regioni che si affacciano sul Mar Tirreno. Valori termici ragguardevoli per il periodo, ma non eccezionali, verranno toccati in corrispondenza soprattutto della bassa Toscana, il Lazio, la Campania e la Sardegna meridionale. Verrebbero raggiunti in alcuni casi anche i 35 gradi. Sui versanti adriatici invece la situazione sarà totalmente diversa.

Questi settori si troveranno fuori dall'influsso dell'onda calda e sperimenteranno un clima assolutamente gradevole nonchè ventilato soprattutto sulle coste.

Gli accorgimenti per i pelosetti

Non è un mistero che i nostri amici a quattro zampe soffrano ancora più di noi gli effetti del caldo. Va posta la massima attenzione in questi frangenti poichè i colpi di calore sono il pericolo maggiore da scongiurare per cani e gatti. Si deve evitare di far uscire l'animale nelle ore più calde e se ciò avviene (i bisognini non possono certo essere rimandati), la durata dell'uscita dall'abitazione non deve superare i 10 minuti.

La testa e i cuscinetti sotto le zampe devono essere rinfrescati. In questi cuscini sono situate le ghiandole sudoripare dei pelosetti ed è bene bagnarli anche prima dell'inizio della passeggiata. Il cane, tramite la respirazione dalla bocca, riesce a raffreddare il sangue ma la presenza di pelo e sottopelo ostacola la termoregolazione corporea. Ovviamente l'acqua svolge un ruolo primario nella sana sopravvivenza dell'animale e cambiare spesso l'approviggionamento nella ciotola, usando sempre acqua fresca, è una buona accortezza.

Anche la dose di cibo va somministrata in base alla temperatura ambientale. Si consiglia di non riempire troppo il contenitore e porlo nei luoghi più freschi della casa. Una dose minore di cibo ma fornita a più riprese (stando all'appetito dei nostri amici) comporta una riduzione dell'accumulo di calore e una migliore conservazione del pasto.

Mattina e sera ideali per le passeggiate

I momenti più indicati per far scorrazzare gli amici pelosetti, in caso di ondate di caldo, sono senza dubbio al mattino presto, quando il sole ancora non è ancora alto e la sera, preferibilmente col primo buio e non prima.

Lunghe camminate o corse non sono infatti precluse in questi lassi di tempo. Buona passeggiata!

Segui la nostra pagina Facebook!