Il 27 maggio inizia il Ramadan, mese sacro per l’Islam, durante il quale i fedeli musulmani si astengono dal mangiare, dal bere, e non solo, dall’alba fino al tramonto. La durata varia a seconda del calendario lunare che può essere di 29 o 30 giorni. Di conseguenza il mese di ramadan dovrebbe terminare il 24 o 25 giugno a seconda dell’avvistamento lunare, che può essere effettuato solo il giorno stesso. Secondo il calendario islamico esso rappresenta il nono mese dell’anno ed è il mese più importante per i musulmani, soprattutto perché è il mese in cui è iniziata la rivelazione coranica.

Pubblicità
Pubblicità

“È nel mese di Ramadan che abbiamo fatto scendere il Corano, guida per gli uomini e prova di retta direzione e distinzione” Sura Al-Baqara Versetto 185.

Il mese di Ramadan costituisce uno dei cinque pilastri dell’Islam (Testimonianza di Fede, Preghiera, elemosina, Ramadan e pellegrinaggio) ed è obbligatorio per tutti i credenti con alcune, ovvie, eccezioni.

Regole da osservare

Quali sono le regole da osservare? Astensione dal cibo e dalle bevande dall’alba al tramonto, astensione dai rapporti sessuali e astensione dal fumo.

Tuttavia, il Ramadan non si limita solo a questo, è un mese in cui si dovrebbe evitare la rabbia, le cattive azioni, in generale, e i cattivi pensieri. Consigliata è anche l’astensione dai social media e dalla TV, sostanzialmente deve essere un mese di riflessione e di concentrazione su sé stessi e la propria fede.

Le eccezioni

Dicevamo che non tutti sono obbligati a digiunare, alcune categorie sono escluse, in particolare gli anziani che digiunando andrebbero a pregiudicare il loro stato di salute, gli ammalati stagionali e cronici, le donne in gravidanza e/o allattamento, i diabetici (a seconda del tipo di diabete) e coloro che sono in viaggio.

Pubblicità

A seconda della condizione queste persone possono digiunare successivamente o possono dare da mangiare a chi ne ha più bisogno.

E chiunque è malato o in viaggio assolva [in seguito] altrettanti giorni”. Sura Al-Baqara Versetto 185.

Al termine del digiuno viene festeggiato Id al-fitr, la festa di fine Ramadan. Infine, durante questo mese vengono celebrate diverse ricorrenze come ad esempio la nascita di al-Husayn ibn Ali (6° giorno), nipote del Profeta, la morte della prima moglie Khadija (10° giorno), la vittoria nella battaglia di Badr e la conquista della Mecca rispettivamente giorno 17 e 19).

Leggi tutto