La primavera, che è ormai alle porte, sembra portare con sé improvvisi rovesci e forti grandinate. Il parere dei meteorologi, infatti, è concorde nell'affermare che ci vorrà ancora un bel po' di tempo prima che arrivino le belle giornate. Bisognerà portarsi dietro ancora ombrelli e cappotti.

Da marzo a maggio

Dopo un inatteso assaggio primaverile che ha caratterizzato le prime giornate di marzo, le temperature sono scese nuovamente e grandi fiocchi di neve hanno nuovamente imbiancato parte dell'Italia.

Pubblicità

I meteorologi sono concordi nell'affermare che fino al 25 di marzo ci sarà un clima prevalentemente invernale con temperature basse, freddo e temporali improvvisi.

Il sole, invece, sarà protagonista degli ultimi giorni di questo mese e le temperature inizieranno ad alzarsi di nuovo superando, in alcuni casi, anche i 25 gradi. Nulla di definitivo però visto che all'inizio di aprile la situazione cambierà nuovamente. Il prossimo mese, infatti, vedrà un improvviso ritorno dell'inverno: forte vento, freddo, temporali ed abbondanti grandinate saranno presenti in quasi tutta Italia coprendo il sole per gran parte di aprile.

Non si escludono, però, giorni con temperature al di sopra della media che daranno un assaggio di ciò che potrà essere l'estate del 2019. Ma non bisognerà farci molto affidamento: il caldo farà la sua prima, timida apparizione a fine aprile per poi presentarsi direttamente a maggio. Al momento, però, parlare di temperature alte e bel tempo risulta quasi impossibile.

Un capitolo a parte riguarda il sud Italia dove, dopo le abbondanti nevicate di questo inverno quasi finito, ci saranno giornate di sole, senza nuvole e con una temperatura piacevole. Alcune zone delle regioni meridionali si affacceranno realmente sulla primavera ed il brutto tempo sarà solamente un ricordo lontano.

Pubblicità

Il meteo per Pasqua e 25 aprile

Il meteo per le giornate di Pasqua e Pasquetta, 21 e 22 aprile, non sarà dei migliori, in particolar modo nel nord Italia. Il maltempo che interesserà il prossimo mese, infatti, sembra non fermarsi nemmeno davanti alle imminenti feste e alle consuete gite fuori porta.

Anche per il 25 aprile non si promette nulla di buono anzi dovrebbe essere proprio il culmine dell'inverno 2019. Le perturbazioni atlantiche, infatti, interesseranno la nostra penisola con maggior interesse primo in questo periodo dando vita a grandinate improvvise e violente e, unite ai freddi venti provenienti dai Balcani porteranno gelo e, di conseguenza, temperature al di sotto della media stagionale.